Siracusa, raid contro l'immigrato fidanzato con la figlia

Siracusa, raid contro l'immigrato fidanzato con la figlia
8 Febbraio Feb 2018 08 febbraio 2018

Un padre di famiglia ha aggredito un immigrato che era fidanzato con la figlia minorenne. L'uomo è stato arrestato dopo aver ferito il migrante

Non accetta la relazione della figlia con un immigrato e lo aggredisce: arrestato dai carabinieri. E' accaduto a Rosolini, in provincia di Siracusa.

L'aggressione

I carabinieri hanno bloccato un 36 anni, già noto alle forze dell'ordine. Questo - non accettando la relazione sentimentale tra la figlia minorenne e un giovane di origine tunisina - si è presentato armato di una pistola giocattolo modificata, assimilabile quindi ad un arma da fuoco, minacciandolo di morte.

L'uomo, nel corso della colluttazione ingaggiata col giovane è riuscito a colpirlo alla testa con il calcio della pistola provocandogli una ferita alla testa. L'immediato intervento dei militari ha scongiurato conseguenze più gravi: l'uomo è stato condotto nel carcere Cavadonna di Siracusa. Ora dovrà rispondere a diversi capi d'accusa.

Tags

Commenti

Commenta anche tu