Isola dei Famosi, Eva Henger: "Vedere Monte con la marijuana mi ha ricordato mio figlio"

Isola dei Famosi, Eva Henger: Vedere Monte con la marijuana mi ha ricordato mio figlio
9 Febbraio Feb 2018 12 giorni fa

Anche Eva Henger sarà ospite di Verissimo per ribadire la sua verità su quanto successo all'Isola dei Famosi: "La gente ha pregiudizi nei miei confronti"

Domani pomeriggio, nello studio di Verissimo, oltre a Francesco Monte ci sarà anche l'altra naufraga dell'Isola dei Famosi coinvolta in questo scandalo, Eva Henger.

E se Francesco Monte ribadirà la sua innocenza, "ho la coscienza a posto, nego tutto e confermo quello che ho scritto nel comunicato che ho pubblicato sui miei social", Eva Henger ripartirà all'attacco. La ex pornostar, infatti, si dice convinta delle accuse che ha rivolto e che sta rivolgendo contro Monte e non ha nessuna intenzione di ritrattare.

"Dire la verità - spiega Eva Henger a Silvia Toffanin - con una tempistica sbagliata non è un reato. Fumare canne e mettere in pericolo le altre persone lo è". Non ha dubbi la ex naufraga dell'Isola dei Famosi e non ha nessuna intenzione di limare i toni. Ma durante la lunga intervista, la conduttrice di Verissimo le fa notare che, per le sue dichiarazioni contro Monte, è stata parecchio criticata, "credi che nei giudizi espressi dalla gente c'entri il tuo passato?". "Certo che c’entra il mio passato - replica la Henger -. Ci sono pregiudizi nei miei confronti".

Ma quindi, perchè Eva Henger ha voluto "sfidare" (nel raccontare la sua verità) il pubblico, il suo passato, ma soprattutto un personaggio così forte per l'Isola? Perché, come ha confessato la figlia Mercedesz Henger, questo problema della marijuana, in passato, ha toccato da vicino la ex pornostar: suo figlio è stato arrestato per questo.

"Un giorno - racconta Eva a Silvia Toffanin - Riccardino venne fermato dai carabinieri mentre stava comprando della marijuana da una persona straniera. I carabinieri mi chiamarono perché all’epoca lui era minorenne. Per quel fatto fu assegnato per un periodo ai lavori socialmente utili. Ora Riccardino ha 23 anni e da quattro è pulito, ma quel periodo è stato un incubo per me. Quindi vedere un altro ragazzo avere gli stessi atteggiamenti di mio figlio mi ha fatto male, non volevo rivivere la stessa situazione, volevo vivere una bella esperienza".

Tags

Commenti

Commenta anche tu