Pamela, interrogati altri due nigeriani. Uno andava verso la Svizzera

Pamela, interrogati altri due nigeriani. Uno andava verso la Svizzera
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
9 Febbraio Feb 2018 09 febbraio 2018

I carabinieri intercettano a Milano un uomo coinvolto nell'omicidio della 18enne di Macerata. Un altro sotto torchio

Un nigeriano è stato bloccato oggi a Milano: anche lui - come Innocent Oseghale - sarebbe coinvolto nell'omicidio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana il cui corpo è stato trovato sezionato all'interno di due trolley a Macerata.

L'uomo - che pare stesse pianificando un viaggio verso la Svizzera - è stato intercettato dai carabinieri nella stazione Centrale: è stato individuato grazie alle indicazioni dei colleghi marchigiani, e sarà accompagnato a Macerata.

Nella cittadina marchigiana, intanto, i pm hanno ascoltato diversi migranti nigeriani e uno in particolare è ora sotto torchio.

Al momento - precisano i pm - "non sono stati effettuati fermi" e non ci sarebbero altri indagati oltre a Oseghale e un altro pusher, rimasto finora a piede libero. Il sospetto è che l'uomo fermato a Milano possa essere il macellaio che ha sezionato "in modo scientifico" il corpo della ragazza.

Commenti

Commenta anche tu