Al via test approfonditi sull'affidabilità dei vari sistemi di assistenza alla guida

14 Febbraio Feb 2018 3 giorni fa

«Quattroruote» insieme a Generali Italia sta sviluppando una serie di prove per testare in modo oggettivo e scientifico i sistemi elettronici di ausilio alla guida (Adas, cioè Advanced driver assistance systems) sulla propria pista di Vairano (Pavia) con l'ambizione di stabilire uno standard per l'intera industria automotive. Il progetto riguarderà le funzionalità più importanti: frenata automatica d'emergenza, controllo attivo della velocità, mantenimento della corsia e riconoscimento dei segnali stradali. I test e le valutazioni di «Quattroruote» e Generali Italia intendono mettere alla prova i sistemi in situazioni diverse e ben più severe di quanto finora sperimentato. Ciò consentirà di comprendere quanto un'auto è capace di evitare realmente gli impatti, fino a ottenere una classifica dei vari modelli in funzione della loro capacità di evitare incidenti. Nel 2016, Generali Italia ha introdotto la prima polizza auto che prevede l'interazione con il guidatore con la possibilità di segnalare, in tempo reale, i comportamenti rischiosi alla guida e prevenire situazioni di pericolo. Grazie a un innovativo dispositivo satellitare dotato del servizio di Real Time Coaching, il conducente è avvisato tramite un segnale luminoso di come sta guidando e aiutato a riconoscere i comportamenti più rischiosi.

CGZ

Commenti

Commenta anche tu