Ancona, stroncato da un infarto durante l'elettrocardiogramma

Ancona, stroncato da un infarto durante l'elettrocardiogramma
14 Febbraio Feb 2018 14 febbraio 2018

Tragedia ad Ancona: un 65enne stroncato da un infarto mentre effettuava l'elettrocardiogramma da sforzo

Un lieve malore, a prima vista passeggero. Ma per sicurezza - e nonostante non avesse mai sofferto di cuore - si è sottoposto a un accertamento di routine. La tragedia si è però consumata sulla pedana preposta per l'elettrocardiogramma da sforzo: l'uomo è morto, stroncato da un infarto davanti al medico che lo stava visitando.

È successo nell'ospedale Torrette di Ancona. Come racconta il Messaggero, per più di un'ora i medici del reparto di cardiologia hanno tentato di rianimare il 65enne di Offagna, Rolando Duranti. Ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare: l'autopsia ha confermato che è stato ucciso da un infarto. "Il paziente era stato inviato dal medico curante per sottoporsi a una prova di sforzo per verificare la natura dei dolori toracici", ha spiegato Alessandro Cappucci, direttore del reparto, "Non aveva mai avuto infarti clinici né precedenti anamnestici. Al primo livello di sforzo è risultato positivo ed è stato immediatamente fermato. Si è seduto, si è sentito male ed è andato in arresto cardiaco. Durante la prova si è occluso il tronco comune della coronaria sinistra. Quando succede non c’è manovra di rianimazione possibile. Durante la prova da sforzo, come contemplato dalle casistiche, capita una volta su mille e in dieci anni è il primo caso che capita a Torrette".

Tags

Commenti

Commenta anche tu