Con Karoq nuovo «upgrade» per Skoda

14 Febbraio Feb 2018 14 febbraio 2018

Il crossover boemo si propone per i lunghi viaggi e la città. Vano da record

Piero Evangelisti

Verona Il Gruppo Volkswagen è oggi il più aggressivo nell'offensiva nel mondo di Suv e crossover con tutti i suoi marchi e tra questi c'è ovviamente Skoda che dopo aver lanciato, lo scorso anno, il grande Kodiaq punta adesso sul più compatto Karoq lungo 4,38 metri, largo 1,84 e alto 1,60, misure buone per il traffico cittadino ma anche comode per lunghi viaggi. Il design ricalca i più recenti stilemi della Casa boema, senza deviazioni da una linea che si sta rivelando di successo: in una fascia di mercato dove le auto tendono ad assomigliarsi meglio coltivare la propria identità.

Scontato il fatto che Karoq è costruita sulla piattaforma Mqb del Gruppo Vw, un pianale che influisce in modo determinante su stabilità, assenza di rollio, modularità interna e leggerezza nella costruzione. Non per niente Karoq, con 521 litri (che possono salire fino a 1.630), ha il bagagliaio più capiente della sua categoria. E aprire il portellone è anche molto semplice (ricordate? il motto di Skoda è Simply Clever) attraverso il Virtual pedal. Seduti a bordo si nota ma era già successo con Kodiaq che la qualità dei materiali è cresciuta, e plancia e console sono arricchite di strumenti che fanno apparire l'auto di categoria superiore. Ci sarebbero ancora dettagli su cui intervenire, ma all'interno del Gruppo di Wolfsburg è indispensabile assegnare un ruolo preciso ad ognuno dei brand. Comunque, per la prima volta un modello Skoda è proposto con un quadro strumenti digitale lo stesso della Golf tanto per intenderci programmabile a piacimento. Tra i dispositivi di assistenza alla guida, oltre alla frenata d'emergenza ormai comune a tutte le vetture, si può avere il Cruise control adattivo, il Blind spot e il Rear alert. In aggiunta ci sono anche il Lane assist per il mantenimento della carreggiata e il prezioso Traffic jam assist per la marcia in colonna.

Sembra non mancare proprio nulla rispetto alla dotazione di auto che portano blasoni premium: ancora una volta Skoda si rivela una scelta intelligente. Il lancio di Karoq è appena iniziato e in questa fase i motori disponibili sono due benzina a iniezione diretta del carburante 1.0 Tsi da 115 cv e 1.5 Tsi da 150 cv abbinato al performante cambio a doppia frizione Dsg a 7 rapporti. E altrettanti turbodiesel Tdi: 1.6 da 115 cv e 2.0 da 150 cv per i quali si può optare tra un cambio manuale a 6 marce o un Dsg. Tre livelli di allestimento e prezzi da 26.750 a 34.350 euro.

Commenti

Commenta anche tu