Lo studente Erasmus più anziano del mondo studierà in Italia

Lo studente Erasmus più anziano del mondo studierà in Italia
14 Febbraio Feb 2018 9 giorni fa

Lo spagnolo Miguel Castillo, ex notaio con tre figli e sei nipoti, si prepara a partire per un Erasmus di sei mesi a Verona

Ad ottant'anni non ha esitato un secondo: si è messo in lista, è stato selezionato ed è diventato lo studente Erasmus più anziano del mondo.

Lo spagnolo Miguel Castillo, che ha già tre figli e sei nipoti, nonostante un infarto alle spalle e quattro bypass ha preso armi e bagagli ed è partito per un semestre di studio in Italia. L'arzillo nonnino, ex notaio originario di Valencia, ha infatti deciso di trascorrere gli anni della pensione studiando storia nell'università della città spagnola. E non si è fatto sfuggire l'occasione per vivere appieno l'esperienza universitaria, con tanto di programma Erasmus: lo scambio internazionale grazie a cui negli ultimi decenni migliaia e migliaia di studenti universitari trascorrono lunghi periodi di studio (e di feste sfrenate) all'estero.

Il signor Castillo, che trascorrerà sei mesi a studiare all'università di Verona, non accetta volentieri le osservazioni di chi giudica la sua scelta un po' eccentrica: "Dopo che ho smesso di lavorare - racconta - ho iniziato a fare la tipica vita da pensionato: passeggiate, golf, tempo speso coi nipotini... ma non faceva per me."

Così, dopo essere stato colpito da un infarto, ha deciso di tornare sui banchi universitari e di studiare storia moderna. Quindi la scelta dell'Erasmus, che però non sarà vissuto proprio come lo intende lo studente medio: il signor Castillo non alloggerà in uno studentato ma in un appartamento e sarà accompagnato dalla moglie: "La mia consorte - commenta con grande ironia - Non riesce a immaginarci mentre balliamo scatenati in un pigiama party."

Divertente anche il motivo per cui ha scelto di andare proprio a Verona: nella città scaligera, racconta con un velo di malinconia, assistette a un'esibizione di Maria Callas, 42 anni fa. Chissà se avrebbe mai immaginato di ritornarci a vivere da studente universitario.

Tags

Commenti

Commenta anche tu