Msf: "Nel 2017 registrati 24 casi di molestie e abusi sessuali"

Msf: Nel 2017 registrati 24 casi di molestie e abusi sessuali
14 Febbraio Feb 2018 8 giorni fa

Dopo il caso Oxfam anche l'ong Medici senza frontiere ammette: "Nel 2017 24 casi di molestie: 19 operatori licenziati"

Nuovi casi di molestie e abusi sessuali all'interno delle ong. Ora è Medici senza frontiere (Msf) ad annunciare che nel 2017 sono stati ben 24 i casi di violenza avvenuti all'interno dell'organizzazione.

La ong precisa che in due di questi casi si è trattato di molestie o abusi da parte di staff Msf contro persone terze, cioè pazienti o membri della comunità, e 19 degli operatori coinvolti sono stati licenziati mentre gli altri sono stati sanzionati in altro modo, per esempio con avvertimenti o sospensioni.

Come ha spiegato la stessa organizzazione umanitaria in una nota, la direzione di Msf ha ricevuto 146 denunce l'anno scorso. Di queste, 24 casi sono stati identificati come molestie o abusi sessuali e 19 operatori sono stati di conseguenza licenziati. L'Ong ha 40mila operatori in tutto il mondo.

"Non tolleriamo nessun abuso fisico o psicologico contro individui, molestie sessuali, relazioni sessuali con minorenni, né nessun altro tipo di comportamento che non rispetti la dignità umana", afferma Medici senza frontiere, e aggiunge che "per noi questo significa non tollerare nessun comportamento del nostro staff che sfrutti la vulnerabilità di altri, né degli impiegati che traggono vantaggio dalla loro posizione per un vantaggio personale".

Il caso Oxfam

Solo pochi giorni fa anche l'ong Oxfam è finita nell'occhio del ciclone per una serie di abusi sessuali avvenuti ad Haiti in seguito all'intervento umanitario scattato dopo il terremoto del 2010. Secondo quanto ricostruito, le molestie sarebbero avvenute durante alcuni festini hard organizzati proprio dagli oepratori sul posto.

Tags

Commenti

Commenta anche tu