Sgarbi risponde alla Strada sul 'sesso coi fascisti': 'Nessuno si sacrificherà'

Sgarbi risponde alla Strada sul 'sesso coi fascisti': 'Nessuno si sacrificherà'
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Febbraio Feb 2018 14 febbraio 2018

Vittoro Sgarbi contro Cecilia Strada dopo l'uscita sui rapporti sessuali con i "fascisti": "Non troverà qualcuno che voglia fare sesso con lei"

Vittorio Sgarbi risponde a Cecilia Strada, la figlia di Gino, fondatore di Emergency. I fatti sono noti ai più. Due giorni fa la Strada aveva pubblicato sui social network aveva condiviso la foto di una scritta su un muro che diceva, testualmente: "Non scopate con i fascisti, non fateli riprodurre". E per calcare la mano la figlia di Mr. Emergency aveva aggiunto un commento personale: "Anche solo per non dar loro una gioia. Dalla rubrica 'I consigli della domenica sera'".

Alla provocazone della strada aveva risposto subito l'ex ministro della Difesa, Ignazio La Russa: "Fatelo anche con le comuniste! Anche solo per dar loro una gioia che non hanno mai avuto..". E ora anche Vittorio Sgarbi decide di aggiungere la sua opinione alla polemica sul sesso tra "fascisti" e "comunisti". "La figlia di Gino Strada può stare tranquilla - scrive su Facebook il critico d'arte - non troverà fascista che voglia fare sesso con lei, e tanto meno riprodursi in lei; non vorranno darle una gioia, sacrificandosi". Per Sgarbi, che non lascia spazio all'immaginazione quando parla, "la figa è un’altra cosa, e non ha orientamento politico". Ecco perché la Strada "faticherà a trovare anche comunisti disposti a fare sesso con lei. Diciamo che la questione non è politica, e finirei qui".

Si attendono altre repliche alla infelice uscita della figlia di Gino Strada. Che intanto sui social sta rispondendo ad alcune delle critiche sorte da follower e internauti.

Tags

Commenti

Commenta anche tu