Calenda contro Raggi: "Roma immobile, miliardi in fumo"

Calenda contro Raggi: Roma immobile, miliardi in fumo
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
15 Febbraio Feb 2018 15 febbraio 2018

Il ministro accusa la giunta pentastellata di "mancanza di capacità realizzativa". La risposta del sindaco Raggi

"Immobilismo e mancanza di capacità realizzativa". È l'accusa rivolta all'amministrazione grillina di Virginia Raggi dal ministro dello Sviluppo economico. Una combinazione, come riporta Il Messaggero, che secondo Carlo Calenda "preclude la possibilità di ottenere i risultati sperati" e soprattutto di "utilizzare le risorse già stanziate".

Nella lettera indirizzata al Campidoglio, Calenda parla di quasi 3 miliardi di euro di investimenti per frenare il declino della Capitale e tentare il rilancio. Fondi che "stiamo aspettando", aveva sottolineato Raggi nell'ultima settimana. Secondo il ministero invece i soldi sono già disponibili, ma i progetti di sviluppo non sono ancora stati trasformati in qualcosa di reale "per mancati seguiti (operativi o finanziari) da parte dell'amministrazione comunale".

Così dei 3 miliardi iniziali rimangono "19 progetti operativi per un ammontare di risorse già identificate pari a 1.256 milioni di euro", ha precisato il ministro. Dal Ministero si chiede quindi alla giunta un cambio di passo e risposte "urgenti" a diversi problemi: dai trasporti pubblici, al car sharing, passando per le buche sulle strade della Capitale. E poi i progetti di rigenerazione urbana, le scuole e le imprese.

La risposta del sindaco

"Ormai leggo prima le sue lettere sui giornali poi quelle che arrivano a me. Stupisce che a poco dal voto spunti un miliardo di euro, ma io in bilancio non posso inserire le parole", ha replicato Virginia Raggi.

Commenti

Commenta anche tu