Salerno, figlio del procuratore candidato Pd. Ora il Csm indaga

Salerno, figlio del procuratore candidato Pd. Ora il Csm indaga
15 Febbraio Feb 2018 2 giorni fa

Per la magistratura c'è il rischio di incompatibilità ambientale per Andrea Lembo

Rischia di essere trasferito d'ufficio il procuratore capo di Salerno, Corrado Lembo. È la causa è suo figlio Andrea, candidato dal Partito democratico a sindaco del comune di Campagna e che per questa ragione potrebbe creare un problema di "incompatibilità ambientale".

Qualora dovesse essere eletto, il comune dove si troverebbe a essere il primo cittadino ricadrebbe sotto la competenza giurisdizionale del padre. E questo, va da sè, comporterebbe un problema. Di cui il Consiglio superiore della magistratura si è reso conto, avviando un'inchiesta sul caso.

Lembo ha dalla sua il sostegno di Piero De Luca, figlio del governatore della Campania candidato alla Politiche e rinviato a giudizio nel marzo scorso per bancarotta fraudolenta. Ma anche il capo della segreteria politica di De Lua, Franco Alfieri. Spetta ora alla Prima Commissione del Csm stabilire se il padre debba lasciare il suo posto, per mantenere l'imparzialità che la sua funzione prevede.

Tags

Commenti

Commenta anche tu