Uno slalom tra i rifiuti all'Ortomercato

15 Febbraio Feb 2018 8 giorni fa

Lettera-denuncia dei grossisti a Sogemi: ecco come accogliamo i cittadini

Slalom tra i rifiuti per fare la spesa all'Ortomercato. I grossisti sono stufi di offrire ai clienti che affollano i mercati generali di via Lombroso uno spettacolo indecente. «Ancora sabato scorso - ha scritto il presidente dell'associazione grossisti Ortofrutticoli (Ago) Fausto Vasta in una lettera indirizzata al presidente di Sogemi Cesare Ferrero - il mercato comunale ha accolto i cittadini costringendoli a una vera e propria gimkana tra immondizie di ogni tipo e pavimentazioni lerce. Tale negligenza igienico-sanitaria non ci risulta abbia uguali in un qualsiasi esercizio commerciale privato. Anche per onore al Comune, vi invitiamo a porre fine a questa situazione». Garantire più passaggi degli operatori ecologici quando l'Ortomercato apre le porte al pubblico sarebbe il problema forse più facile da risolvere a breve termine. Il vicecapogruppo di Forza Italia Alessandro De Chirico e l'assessore alla Sanità in Regione Giulio Gallera, ricandidato nella lista di Fi, hanno compiuto un sopralluogo due giorni fa in via Lombroso fotografando (tra l'altro) parti di padiglioni a rischio crollo o con voragine nel tetto che creano allagamenti all'interno quando piove. Lunedì prossimo approderà in consiglio comunale il piano di ristrutturazione dell'Ortomercato, un restyling da 96 milioni di euro. Verrà realizzata una piattaforma logistica da 14.400 metri quadrati, saranno demoliti gradualmente tre degli attuali padiglioni dell'Ortofrutta per crearne due nuovi di circa 75mila metri quadri per 214 punti vendita. A fronte del miglioramento dei servizi e della riduzione dei costi in futuro grazie a impianti più moderni i grossisti hanno accettato di pagare dal 2021 quasi il doppio dell'affitto per gli spazi, 130 euro al metro quadro contro gli attuali 75. Ma sono preoccupati che nel «limbo» lo stato già grave della struttura degeneri, e denunciano la carenza dei servizi, a partire dalla pulizia. De Chirico fa presente inoltre che «c'è chi sta valutando se trasferirsi altrove, ai grossisti non va giù di pagare un affitto così importante senza essere proprietari». Il piano del sindaco ammette «lascia molte perplessità, dovremo presentare parecchi emendamenti alla delibera». Anche Gallera ha ascoltato le proteste dei grossisti, «lamentano un assoluto abbandono della struttura e il lassismo del Comune. La proposta di riqualificazione è irricevibile. Per chiedere investimenti ai privati bisogna renderli azionisti di maggioranza di Sogemi».

ChiCa

Commenti

Commenta anche tu