Cronache Spaziali, striscia di news che guardano alle stelle

Cronache Spaziali, striscia di news che guardano alle stelle
13 Marzo Mar 2018 13 marzo 2018

Nuovo programma dedicato all'informazione e alle curiosità del mondo dell'astronomia e dell'astronautica su Reteconomy

Nuova striscia quotidiana tv dedicata a notizie e curiosità fra Terra e spazio, “chicca” di un’informazione che allarga gli orizzonti su temi che colpiscono un pubblico curioso appassionato di astronomia e astronautica. L’originale format intitolato “Cronache Spaziali”, presentato dalla giornalista televisiva Elena Sanfilippo Ceraso, è proposto nel palinsesto 2018 di Reteconomy (canale 512 di Sky e canale 260 del digitale terrestre), oppure in streaming sulla pagina live del sito www.reteconomy.it e disponibile on demand dal giorno successivo e va in in onda dal lunedì al venerdì alle ore 19.00 e in replica alle ore 21.30.

Cronache Spaziali propone informazioni, immagini, curiosità del cielo un pubblico di appassionati e non solo, che vogliono scoprire, informarsi, meravigliarsi, interrogarsi e essere anche protagonisti. Il programma si apre con un Almanacco, in cui si ricordano eventi della storia dell’astronomia e dell’astronautica avvenuti nello stesso giorno di anni passati, tratti dal Calendario storico di Nuovo Orione. Seguono L’Editoriale, curato alternativamente dai direttori editoriali di Nuovo Orione e le Stelle, Piero Stroppa e Walter Riva, e ancora La Notizia, una news di agenzia dal mondo della ricerca astronomica, la rubrica Forse non sapevate che…, una raccolta di storie e curiosità del cielo curata da Walter Ferreri.

In chiusura ecco La Foto del giorno, uno spazio potenzialmente aperto a tutti gli spettatori nel quale viene presentata un’astrofotografia selezionata tra quelle ricevute dalla redazione di Astronomianews. Di questa immagine vengono descritti i dettagli tecnici che ne hanno permesso la realizzazione, senza trascurare una presentazione dell’oggetto celeste che è stato ripreso e dell’autore della ripresa.

Tags

Commenti

Commenta anche tu