Gasperini avverte la Juventus: "Noi non ci scansiamo mai"

Gasperini avverte la Juventus: Noi non ci scansiamo mai
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Marzo Mar 2018 13 marzo 2018

L'Atalanta di Gasperini giocherà con il coltello tra i denti domani contro la Juventus: "Capisco l'esigenza di tenere il campionato aperto, ma se facciamo risultato è solo per noi stessi"

Domani sera l'Atalanta di Gian Piero Gasperini andrà a giocare in casa della Juventus, capolista, di Massimiliano Allegri. Si tratta del recupero di campionato, visto che due settimane fa la partita fu rinviata, causa neve a Torino. I nerazzurri occupano l'ottavo posto in classifica e in caso di vittoria aggencerebbero la Sampdoria di Giampaolo a quota 44 punti. Gasperini è agguerrito e in conferenza stampa l'ha rimarcato: "Capisco l'esigenza di tenere il campionato aperto, ma se facciamo risultato è solo per noi stessi".

Gasperini ha poi continuato mettendo in guardia la Juventus: "Noi non ci siamo mai scansati nelle tre competizioni, su questo non devono esserci dubbi. Giocando tre partite in una settimana, compresa quella di domenica a Verona, è normale cambiare qualche giocatore". Il tecnico dell'Atalanta ha poi messo in dubbio la presenza di Gomez e ha negato che si sia un caso Papu: "Alejandro ha un risentimento alla coscia, un postumo della partita di Bologna giocata su un campo molto pesante. C'è un caso Gomez? Ha avuto episodi sfortunati contro il Borussia e la Juventus in Coppa Italia: se fossero entrati quei palloni si parlerebbe di lui come di un campione straordinario. Domenica invece l'ho visto in calo morale, da capitano deve reagire: per raggiungere l'Europa League ci servono la testa sgombra e il miglior Papu".

Tags

Commenti

Commenta anche tu