Palermo, Zamparini attacca: "Se non vado in Serie A chiedo i danni alla Figc"

Palermo, Zamparini attacca: Se non vado in Serie A chiedo i danni alla Figc
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Marzo Mar 2018 13 marzo 2018

Zamparini, numero uno del Palermo, ha tuonato per le convocazioni di sei dei suoi calciatori per le amichevoli delle nazionali: "Se non andiamo in Serie A chiedo i danni. Abbiamo già incaricato da una settimana i nostri legali: certe decisioni vanno contro il regolamento stesso della Figc"

Il Palermo allenato da Bruno Tedino è attualmente terzo in Serie B, a meno tre dal Frosinone e a meno quattro dall'Empoli capolista ma con una partita in meno rispetto ai ciociari. I rosanero vogliono tornare subito in Serie A con il Presidente Maurizio Zamparini più agguerrito che mai. Al numero uno dei siciliani, infatti, non sono andate giù le convocazioni di sei dei suoi calciatori per le sfide amichevoli internazionali che si disputeranno a fine marzo. Il Palermo giocherà contro il Carpi e sei di loro rischiano di non esserci: Norbert Balogh, Ivaylo Chochev, Ilija Nestorovski, Aleksandar Trajkovski, Josip Posavec e Aljaz Struna.

Il campionato di Serie A, infatti, si fermerà come tutti gli altri campionati esteri, mentre la Serie B scenderà regolarmente in campo. Zamparini, ai microfoni del Giornale di Sicilia ha tuonato: "Se non andiamo in Serie A chiedo i danni. Abbiamo già incaricato da una settimana i nostri legali: certe decisioni vanno contro il regolamento stesso della Figc. Ad una società che sta lottando per la promozione portano via i giocatori per delle amichevoli, non è possibile. Si sta andando contro i valori dello sport: dove sono questi valori se ci tolgono mezza squadra per giocare delle amichevoli? Ci vuole un tam tam da parte dei tifosi. Tutte le azioni che stiamo promuovendo sono basate sul regolamento".

Tags

Commenti

Commenta anche tu