Trump silura Tillerson. Pompeo nuovo segretario di Stato

Trump silura Tillerson. Pompeo nuovo segretario di Stato
13 Marzo Mar 2018 13 marzo 2018

Il direttore della Cia Pompeo nuovo segretario di Stato. All'intelligence una donna

C'è un altro cambiamento al vertice nell'amministrazione americana, con il presidente Donald Trump che ha annunciato l'addio alla posizione di segretario di Stato da parte di Rex Tillerson, che aveva assunto la carica nel dicembre 2016 e che sarà ora sostituito dal direttore della Cia, Mike Pompeo.

"Mike Pompeo, direttore della Cia, diventerà il nostro nuovo segretario di stato. Farà un lavoro fantastico!", ha scritto su Twitter il presidente Trump, che ha poi ringraziato "Rex Tillerson per il suo operato!".

Secondo quanto scrive il Washington Post, Trump avrebbe chiesto venerdì scorso a Tillerson di fare un passo indietro, costringendolo a tornare prima dalla visita in Africa in cui era impegnato, per essere ieri nella capitale. Ha detto di avere deciso "da solo" e che ora l'ex segretario "sarà molto più contento".

"Mike si è laureato primo della sua classe a West Point, ha servito con valore nell'esercito americano e si è laureato con honoris causa alla scuola di legge di Harvard - ha scritto Trump in un comunicato fatto pervenire al quotidiano - Ha poi servito alla Camera dei rappresentanti, lavorando con la maggioranza e con l'opposizione".

A prendere il posto di Pompeo sarà Gina Haspel, la prima donna a dirigere la Central Intelligence Agency e già numero due dell'intelligence. "Una pietra miliare. Mike e Gina hanno lavorato insieme per più di un anno e hanno un grande rispetto l'uno dell'altra", ha aggiunto il presidente Trump.

Il passo indietro chiesto a Tillerson arriva dopo che a lungo il segretario di Stato si è scontrato con la Casa Bianca, che lo ha sempre ritenuto un uomo dell'establishment lontano dal proprio pensiero. Il cambio al vertice arriva alla vigilia di trattative sui dazi e con la Corea del Nord.

Insieme a lui anche il sottosegretario di Stato Steve Goldstein è stato rimosso dall'incarico, dopo avere commentato pubblicamente le dimissioni di Tillerson: "È stato l'onore di una vita e sono grato al presidente e al segretario per questa opportunità. Non vedo l'ora di riposare", ha dichiarato ad Afp.

Correlati

Commenti

Commenta anche tu