Trump va a visionare i prototipi del muro con il Messico

Trump va a visionare i prototipi del muro con il Messico
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Marzo Mar 2018 13 marzo 2018

Visita ufficiale di Trump in California. Il presidente Trump andrà a vedere, di persona, i prototipi di muro che intende costruire per bloccare l'ingresso di migranti dal Messico. Previste diverse proteste

Non si ferma il presidente Trump. Lo aveva promesso e continua con il suo progetto di costruire il muro con il Messico (che in parte esiste già), per arginare l'ingresso di immigrati clandestini negli Stati Uniti. Oggi Trump va a San Diego (California), nel sobborgo di Otay Mesa, per vedere gli otto prototipi di muro. Subito dopo il presidente Usa parlerà alla base militare di Miramar e poi andrà a Beverly Hills per una cena di raccolta fondi repubblicana.

La California è una roccaforte democratica, anche se in passato è stata governata da un certo Ronald Reagan. Trump compie la sua visita ufficiale in un momento in cui le relazioni sono molto tese tra Washington e Sacramento, capitale dello Stato. Il governo federale l'ha citata in giudizio per le sue leggi sulle "città santuario", quelle che volutamente boicottano le politiche anti-immigrazione, rifiutandosi di non collaborare con le autorità federali per l'arresto delle persone trovate senza documenti in regola.

Il governatore californiano, Jerry Brown, lo scorso mese di ottobre ha ratificato una legge che dichiar tutta la California "Stato santuario". Alcune stime evidenziano che quasi un quarto degli 11 milioni di immigrati senza documenti vive in California. Il numero più alto di tutti gli Stati Uniti.

A Beverly Hills lo speaker del Senato californiano, il democratico Kevin de Leon, ieri ha guidato una manifestazione contro il presidente. "No all'odio nel Golden State", si leggeva sui cartelli. Oggi è in programma un grande corteo vicino a una chiesa di San Ysidro, zona di San Diego, da cui si vede il confine con il Messico. I manifestanti esporranno un grande cartello, con cui chiederanno a Trump di "costruire ponti, non muri". In parallelo, però, è stato organizzato anche un corteo di persone che sono a favore della costruzione del muro.

Tags

Correlati

Commenti

Commenta anche tu