Costringono il cane a volare nella cappelliera: muore sull’aereo

Costringono il cane a volare nella cappelliera: muore sull’aereo
14 Marzo Mar 2018 14 marzo 2018

Un passeggero viene costretto a chiudere il suo cane nella cappelliera dell'aereo, all'atterraggio l'animale viene trovato senza vita: è bufera sulla compagnia aerea

Un triste caso ha coinvolto un cane a bordo di un volo United Airlines, partito nelle scorse ore da Houston e atterratto a New York La Guardia. Costretto a viaggiare nella cappelliera dallo staff di bordo, l'animale ha purtroppo perso la vita.

Un passeggero è salito a bordo dell'aereo con un animale domestico, un bulldog francese di soli 10 mesi, all'interno del solito trasportino conforme alle norme TSA. Poco prima del decollo, per ragioni ancora da chiarire, un'assistente di volo ha insistito con il proprietario affinché il quadrupede venisse chiuso nella cappelliera per tutta la durata della tratta. Una volta giunti a destinazione, l'animale è stato purtroppo rinvenuto morto: il tentativo di rianimarlo si è rivelato del tutto inutile.

La compagnia aerea, la United Airlines, si è scusata del comportamento della sua hostess, con una dichiarazione rilasciata da un portavoce: "Questa è una tragedia che non si sarebbe mai dovuta verificare in quanto gli animali non dovrebbero mai essere collocati nelle cappelliere. Ci assumiamo la piena responsabilità di questa tragedia ed esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e ci impegniamo a supportarla. Stiamo investigando a fondo su ciò che è accaduto per evitare che accada di nuovo".

L'assistente di volo è al momento sotto indagine ma sui social si è scatenata una polemica contro la compagnia aerea, poiché - si legge tra i commenti di Twitter - questa morte si sarebbe potuta evitare.

Tags

Commenti

Commenta anche tu