E adesso spunta il film con Papa Francesco

E adesso spunta il film con Papa Francesco
14 Marzo Mar 2018 14 marzo 2018

Un film non su Papa Francesco, ma con il pontefice argentino. Wim Wanders, in questi due anni, ha girato una pellicola su Bergoglio. Ecco il trailer

Un film non su Jorge Mario Bergoglio, ma con il pontefice stesso. Ieri, durante il quinto anniversario dell'elezione al soglio di Pietro del pontefice argentino, il sito Vatican News ha diffuso in anteprima il trailer di "Papa Francesco. Un uomo di parola".

La pellicola, e questa è una prima grossa particolarità, è stata scritta e diretta da Wim Wenders: regista Palma d'oro a Cannes nel 1984, Orso d'oro alla carriera al Festival di Berlino del 2015 e autore, tra gli altri, di capolavori come Lo stato delle cose, Texas, Alice nelle città e Il cielo sopra Berlino.

Il Vaticano, insomma, ha deciso di fare le cose in grande e di raccontare il pontefice della Chiesa cattolica, il suo stile, i suoi viaggi e il suo magistero attraverso le immagini cinematografiche. Il regista non ha nascosto l'emozione per il compito affidatogli: "Nemmeno nei miei sogni più arditi avrei mai immaginato di girare un film su Papa Francesco. Quando ho ricevuto la lettera con l’invito a venire in Vaticano per discutere della possibilità di girare un film sul Papa con mons. Dario Viganò, per prima cosa ho tirato un respiro profondo, poi sono andato a fare il giro del palazzo...", ha dichiarato Wim Wanders in un'intervista rilasciata al portale vaticano citato.

Un lavoro durato due anni, che consentirebbe a Papa Francesco "di parlare direttamente a ciascuno spettatore e a ciascun ascoltatore di tutti gli argomenti e di tutte le preoccupazioni che sono importanti per lui". Sempre Wanders, rispondendo a una domanda fattagli da Massimilano Menichetti, si è anche soffermato sull' "atteggiamento" tenuto dall' ex arcivescovo di Buenos Aires sul "set":"...Sono sempre rimasto molto colpito di come Papa Francesco fosse aperto a ogni domanda e di come abbia sempre risposto in maniera diretta e spontanea. E dopo ciascuna delle quattro lunghe sessioni (di colloquio), si è preso il tempo per stringere la mano a tutti, senza fare differenza tra il produttore, il direttore, l’elettricista o l’assistente". E ancora:"Ogni volta che lasciava il set, l’ultima cosa che diceva era: "Pregate per me!". E questo non era soltanto un modo per salutare: lo pensava veramente. Gli ho sentito chiedere la stessa cosa alla gente in tutto il mondo". Il regista tedesco, insomma, è rimasto particolarmente colpito dalla figura spirituale e umana di Francesco.

Nelle immagini del trailer diffuse in anteprima si vedono corridoi e scenari vaticani, il momento in cui per la prima volta, ormai cinque anni fa, il papa si è affacciato su Piazza San Pietro, alcune fasi salienti dei viaggi pastorali nel mondo, altre riprese riguardanti il pontificato e un'intervista "face to face". Il video si conclude con il pontefice che, rivolgendosi allo spettatore, afferma: "Abbiamo tanto da fare e dobbiamo farlo insieme". L'uscita della pellicola, che in parte è stata girata anche ad Assisi, è prevista per il prossimo 18 maggio. Bergoglio è in qualche modo diventato il protagonista di un film di Wim Wanders.

Tags

Commenti

Commenta anche tu