Francia citerà in giudizio Google e Apple per pratiche scorrette

Francia citerà in giudizio Google e Apple per pratiche scorrette
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Marzo Mar 2018 14 marzo 2018

Lo Stato francese potrebbe citare in giudizio Apple e Google per "pratiche commerciali scorrette" e chiedere una sanzione di due milioni di euro

La Francia citerà in giudizio Apple e Google per pratiche commerciali scorrette. Lo ha annunciato il ministro dell'Economia e delle finanze, Bruno Le Maire, in un'intervista a Rtl spiegando che potrebbe arrivare una sanzione di "milioni di euro".

In difesa della start-up francesi

"Credo in un'economia fondata sulla giustizia - ha detto Le Maire - e mi appresto quindi a citare in giudizio Google e Apple al tribunale del commercio di Parigi per pratiche commerciali scorrette" nei confronti delle start-up francesi.

Il ministro ha rimarcato che le start-up si vedono "imporre delle tariffe" quando negoziano la vendita delle loro applicazioni a Google o Apple, che possono cambiare "unilateralmente i contratti". Per Le Maire questa situazione è "inaccettabile".

La replica di Google

Dopo l'annuncio del ministro, il colosso americano ha precisato di aver sempre agito con pratiche commerciali "conformi alla legge francese". "Siamo pronti a spiegare la nostra posizione in tribunale", ha dichiarato un portavoce di Google France.

Tags

Commenti

Commenta anche tu