Il trucco del gratta e vinci: pensionato smascherato in banca

Il trucco del gratta e vinci: pensionato smascherato in banca
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Marzo Mar 2018 14 marzo 2018

Una vicenda paradossale. Un 71enne di Pergine Valsugana, in Trentino, ha provato a mettersi in tasca un milione con un gratta e vinci truccato

Una vicenda paradossale. Un 71enne di Pergine Valsugana, in Trentino, ha provato a mettersi in tasca un milione di euro. Il tutto inventando dal nulla una presunta vincita con un gratta e vinci. L'uomo dopo aver rovistato tra i rifiuti di alcune tabaccherie ha recuperato alcuni tagliandi. Tagliandi però in frantumi e così l'uomo ha portato i frammenti in uno sportello bancario affermando di aver vinto un milione di euro e di fatto di essersi accorto della vincita solo dopo aver strappato il tagliando. Immediatamente l'addetto allo sportello ha verificato lo stato di conservazione di quei tagliandi è si è insospettito.

Così ha chiesto alle Lotterie Nazionali di fare qualche verifica più accurata e in poche ore il trucco messo in piedi dal pensionato è stato ben presto smascherato. Adesso l'uomo, come riporta Trento Today dovrà pagare una sanzione di circa 6300 euro. Insomma una truffa in piena regola che però è naufragata davnti ad uno sportello bancario. E a quanto pare questo non sarebbe un caso isolato. Spesso nelle tabaccherie c'è chi rovista tra i tagliandi abbandonati nella speranza di trovare un biglietto vincente e magari "dimenticato"...

Tags

Commenti

Commenta anche tu