Serena Autieri: «La cucina? È un gesto d'amore»

14 Marzo Mar 2018 14 marzo 2018

Nicole Cavazzuti

Ci sono le gare ai fornelli (Mystery Box, Invention Test, Pressure Test e le sfide in esterna). C'è la giuria formata da Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo. C'è un premio di 100mila euro (da destinare in beneficienza). E ci sono i 12 concorrenti Vip, qualcuno del mondo dello spettacolo, qualcun altro del settore dello sport e della cultura. Ecco quindi la scrittrice, sceneggiatrice e giornalista Barbara Alberti, l'ex calciatore ora dirigente sportivo Lorenzo Amoruso, l'attrice e cantante Serena Autieri, la showgirl Laura Barriales, l'intramontabile Orietta Berti. E ancora l'attore Davide Devenuto, la campionessa olimpica Margherita Granbassi, l'astronauta Umberto Guidoni, il campione di rugby Andrea Lo Cicero, il volto di Sky Sport Valerio Fayna Spinella, la cantante Anna Tatangelo e il celebre arbitro, ora imprenditore, Daniele Tombolini. Dopo il successo della prima stagione, da domani torna in onda in esclusiva su Sky Uno HD Celebrity MasterChef Italia: 8 episodi, programmati in 4 serate a partire dalle 21.15. La forza del programma? «Il cast di personaggi celebri!» risponde Serena Autieri. «Scherzi a parte, questa trasmissione piace perché è spettacolare e curata in ogni dettaglio. E, soprattutto, perché parla di cucina, una passione che accomuna molti italiani. A partire da me».

Lei, bella e brava attrice, ha deciso di partecipare per migliorare le sue capacità ai fornelli: erano anni che sognava di iscriversi a un corso di cucina, senza mai riuscirci per gli impegni di lavoro e di famiglia. A Serena la passione per la cucina è stata trasmessa da nonna e mamma. «Da piccola ho passato interi pomeriggi in cucina con loro a pasticciare, sperimentare e... sporcare. E oggi cucino volentieri anche con mia suocera, che ha origini romane. Quando vado a trovarla con mia figlia Giulia prepariamo in casa cappelletti, passatelli e tagliolini!».

La cucina per la Autieri è «un gesto d'amore e una forma d'accoglienza» e il suo piatto del cuore è il pesce. «Sono molto attenta alle materie prime: mi occupo personalmente della spesa al mercato e prediligo prodotti di stagione e a km zero». Al contrario cucina con difficoltà le interiora degli animali, «perché mi fanno impressione».

Commenti

Commenta anche tu