Sgarbi in Rai: "Luigi Di Maio è omosessuale. Vi dico io con chi è fidanzato"

Sgarbi in Rai: Luigi Di Maio è omosessuale. Vi dico io con chi è fidanzato
Inside Over
16 Marzo Mar 2018 16 marzo 2018

Dopo la profezia di Bisignani sulla lobby gay del M5S, Sgarbi lancia la bomba in Rai. "Recentemente ho scoperto che Di Maio ha un fidanzato, Vincenzo Spadafora"

La bomba è stata sganciata. Ci ha pensato Vittorio Sgarbi proprio mentre si intraprende il difficile cammino verso il nuovo governo. Durante il programma Quelli dopo il Tg, condotto da Luca e Paolo e Mia Ceran, il critico d'arte ha parlato della vita privata di Luigi Di Maio. "Recentemente ho scoperto che ha un fidanzato, Vincenzo Spadafora - ha detto su Rai2 - sono felice finalmente di avere un premier gay, così sereno e affettuoso e sorridente".

Tutto nasce qualche giorno fa. Sul Tempo Luigi Bisignani, già lobbista nella prima Repubblica e fedelissimo di Giulio Andreotti, aveva ventilato l'esistenza di una lobby gay, potentissima e rissosa, all'interno del Movimento 5 Stelle. Una insinuazione che, come scriveva nei giorni scorsi ilGiornale, aveva già "colpito" il capo della comunicazione parlamentare grillina, Rocco Casalino. Adesso a finire nel mirino è Vincenzo Spadafora, il responsabile delle relazioni istituzionali di Di Maio. Secondo Sgarbi sarebbe, infatti, "il fidanzato" del candidato premier del Movimento 5 Stelle.

Durante il programma Quelli dopo il Tg, Sgarbi si è scusato per i durissimi scontri (verbali) avuti con Di Maio in campagna elettorale. "In realtà - ha detto - mi dispiace aver aggredito questo giovane, che tra l’altro è anche tenero e ha dei sentimenti così nobili". Quindi, ha continuato: "Recentemente ho scoperto che ha un fidanzato, Vincenzo Spadafora. Sono felice finalmente di avere un premier gay, così sereno e affettuoso e sorridente". Quando in studio hanno provato a fermarlo, il critico d'arte h fatto notare che che quanto stava dicendo era "elogiativo". "Io credo che essere omosessuale sia un elemento in più - ha continuato - non mi pare che ci sia da vergognarsi di nulla. Abbiamo leggi che tutelano le coppie gay".

Come ricorda Affaritaliani, Spadafora proviene da esperienze politiche con Alfonso Pecoraro Scanio e Francesco Rutelli. Quando fu Garante per l'Infanzia, appoggiò le unioni civili ricevendo forti forti critiche dai partiti di centrodestra.

Tags

Correlati

Commenti

Commenta anche tu