Crolla il controsoffitto all'istituto Stoppani Quattro bambini feriti

Crolla il controsoffitto all'istituto Stoppani Quattro bambini feriti
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
29 Marzo Mar 2018 29 marzo 2018

Tragedia sfiorata: medicati i ragazzini colpiti dal polistirolo, non dal calcestruzzo

«Solo» grossi frammenti di polistirolo, una «porzione» di circa 2 metri quadrati. Ma se non fosse stato materiale tanto «innocuo» forse staremmo parlando di una tragedia. Si tratta dei pezzi caduti nel primo pomeriggio di ieri da una controsoffittatura di un'aula dell'istituto comprensivo «Antonio Stoppani», nell'omonima strada, scuola elementare pubblica tra le più note e stimate della zona Venezia e che comprende altri due plessi nelle non lontane piazzale Bacone e via Monteverdi. Poco prima delle 14.30 di ieri quattro allievi di 8 anni della classe III C sono stati colpiti dall'improvviso cedimento che ha portato con sé anche grossi pezzi di calcestruzzo che fortunatamente però non hanno colpito i bambini. Si tratta di tre femmine e un maschio, tutti rimasti graffiati solo in maniera molto lieve e comunque non preoccupante, come hanno constatato gli operatori del pronto intervento giunti in via Stoppani con tre ambulanze e un'automedica. Le bimbe sono state medicate subito sul posto e il piccolo, che in un primo tempo sembrava dovesse essere trasportato al Fatebenefratelli, all'arrivo in via Stoppani dei genitori, sollevati alla vista del figlio contuso ma sano e salvo, è tornato dritto dritto a casa con mamma è papà che hanno rifiutato il ricovero in pronto soccorso.

Nella struttura di via Stoppani sono immediatamente intervenuti i vigili e la polizia, insieme ai carabinieri e ai pompieri accompagnati da un funzionario e un mezzo di soccorso. I pompieri, anche se soltanto a scopo precauzionale, hanno chiuso l'ala della scuola dove si trova la classe. Sarà comunque la polizia locale ora a ricostruire con esattezza l'accaduto.

«Purtroppo sul settore scuola da tempo denunciamo l'immobilismo del Comune, carente sul tema importantissimo delle manutenzioni» fa notare Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia.

«Ricordo che in questa scuola ci sono stati negli anni gravi problemi al riscaldamento e che l'associazione genitori ha supportato negli anni, con ingenti finanziamenti, la comunità scolastica vista la mancanza di fondi per l'istituto. Quando era stato fatto l'ultimo controllo nella scuola? - si chiede concludendo Sardone -. C'erano state segnalazioni in merito?»

«Ecco la buona scuola: un controsoffitto crollato in un'aula, dopo che solo ieri (martedì per chi legge, ndr )era stata denunciata una fuoriuscita di acque fognarie attorno alla scuola d'infanzia di via Andrea Costa 24» aggiunge Riccardo De Corato, appena rieletto con Fratelli d'Italia in Consiglio regionale.

E conclude: «Dobbiamo ringraziare solo la fortuna se alla Stoppani non è successa una tragedia. I due istituti sono nella stessa zona. Sala, i soldi vanno messi nelle scuole! Peccato il centrosinistra preferisca metterli per alloggiare migranti, aiutare nomadi».

PaFu

Commenti

Commenta anche tu