Rescaldina: cagnolino estratto vivo dalle macerie dopo 6 giorni

Rescaldina: cagnolino estratto vivo dalle macerie dopo 6 giorni
6 Aprile Apr 2018 06 aprile 2018

Un cagnolino di razza Shitzu estratto vivo dalle macerie della palazzina di Rescaldina: era rimasto lì per una settimana, ecco come sta

Dopo il tragico evento avvenuto la scorsa settimana a Rescaldina, un cagnolino della razza Shitzu è stato ritrovato questa notte dai vigili del fuoco sotto le macerie della palazzina crollata.

Rocky, questo il suo nome, è stato estratto vivo dalle macerie intorno all'una di questa notte. Dopo aver sentito dei rumori provenienti da una piccola apertura, i Vigili del fuoco hanno avviato le ricerche, trovando l'animale completamente impolverato. Subito ripulito e idratato con una bottiglietta di acqua e avvolto da un telo termico, uno dei soccorritori ha voluto rassicurare il cane tenenendolo in braccio mentre ancora tremava dal freddo, impaurito per l'accaduto.

Visitato dal veterinario, l'animale presenta delle piccole escoriazioni sul corpo ma è comunque stato giudicato in buone condizioni. Fortunatamente vi è stato modo di risalire al proprietario del cagnolino grazie al chip.

Nel crollo della palazzina causato da una fuga di gas a Rescaldina, alle porte di Milano, non vi sono state vittime ma alcuni feriti gravi, tra cui anche due bambini. Secondo quanto reso noto dai Vigili del fuoco, è stato quasi un miracolo che non ci siano state vittime sotto le macerie; tra i sopravvissuti al disastro, anche questo cagnolino, dunque, le cui condizioni di salute non sono preoccupanti e può tornare dunque dal proprietario.

#Rescaldina (MI), dopo il crollo della palazzina nella mattina del #31mar, questa notte è stato trovato ed estratto sano e salvo dai #vigilidelfuoco un cagnolino rimasto intrappolato tra le macerie #salvataggiquotidiani pic.twitter.com/9rzxFoRNjf

— Vigili del Fuoco (@emergenzavvf) 6 aprile 2018

Tags

Commenti

Commenta anche tu