L'occasione del risparmio

L'occasione del risparmio
13 Aprile Apr 2018 9 giorni fa

Quelli appena trascorsi sono stati i giorni del Salone del Risparmio di Milano. Una kermesse a cui hanno preso parte giornalisti, operatori finanziari, case d'investimento, addetti ai lavori, politici. C'è anche stata l'investitura pubblica del nuovo presidente di Consob, Mario Nava, che ha ribadito quanto sia importante la tutela del risparmio, soprattutto nel nostro Paese. Tuttavia, una manifestazione che ha il risparmio come argomento principale, ha, per l'ennesima volta, registrato un assenza ingiustificata: quella degli stessi risparmiatori. Certo, l'ultima giornata era aperta anche al pubblico indistinto, ma la sensazione era che, alla fine, fossero gli addetti ai lavori a parlare agli addetti ai lavori. Queste, crediamo, dovrebbero diventare, invece, occasioni per avvicinare i risparmiatori a quella filiera che costruisce prodotti finanziari e che, attraverso la consulenza, li trasforma in servizi utili a soddisfare le esigenze di persone e famiglie. I cambiamenti economici, sociali, demografici e culturali di questi ultimi anni, cambiamenti che sono ancora in corso, non ammettono deroghe temporali. Non si può parlare di previdenza ai sessantenni, di capitale umano e della sua protezione quando «l'incidente» è già avvenuto, non si può non considerare che i tempi d'inserimento dei nostri figli nel mondo del lavoro si stanno dilatando sempre più, così come le loro esigenze ed abitudini e continuare a parlare di crescita dei risparmi, quando gli italiani continuano a tenere un terzo delle risorse finanziarie (1.300 miliardi) a deperire in conto corrente. Tutto questo deve portare ad un'attenzione totale ed immediata verso questi temi, come la Mifid2, che si concentra più sui costi che sul valore delle soluzione per i nostri progetti di vita finanziaria.

Di questo si parlerà nel corso della trasmissione Mercati Che Fare in onda, domani, sabato, alle 16.30 su TgCom24 di Mediaset.

leopoldo.gasbarro@me.com

Commenti

Commenta anche tu