Padova, zona a luci rosse: migranti si vendono per cibo

Padova, zona a luci rosse: migranti si vendono per cibo
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Aprile Apr 2018 13 aprile 2018

A Padova, si è creata una specie di zone a luci rosse in cui donne e anziani vanno a caccia di giovani migranti

Donne in cerca di uomini a Padova: la zona tra piazza De Gasperi e la zona della stazione ferroviaria si è trasformata in una zona a luci rosse dove donne e anziani fanno di giovani ragazzi di colore. Il pagamento non avverrebbe in denaro, bensì in cibo.

La testimonianza

La caccia scatta appena cala il sole: le prede puntano giovani immigrati, per lo più senegalesi, che sono alla ricerca di un pasto e lo barattano per del sesso. "I ragazzi senegalesi si posizionano, quasi sempre, tra via Cairoli e corso del Popolo. Ad adescarli sono signore di mezza età", spiega una commerciante che ha un'attività lì vicino sulle pagine de Il Gazzettino.

Un'altra testimone spiega che "è vero, vengono avvicinati dal sesso femminile e a volte si fanno pagare in cibo". Un circolo che ha trasformato i migranti in toyboy. Il fenomeno è presente nella zona da gennaio: "È da un paio di mesi che vedo movimento. Spesso ho notato donne avvicinare i ragazzi africani, ma qualche volta anche degli uomini. Accade a tutte le ore del giorno".

Tags

Commenti

Commenta anche tu