Le pagelle di Milan-Napoli

Le pagelle di Milan-Napoli
16 Aprile Apr 2018 16 aprile 2018

Tra i rossoneri Zapata è insuperabile, Suso senza guizzi. Nel Napoli muro Koulibaly, Callejon non si vede mai

I VOTI DEI GIOCATORI DEL MILAN

8 DONNARUMMA Una partita passata a esercitarsi con i piedi, e non dispiace. Poi sui titoli di coda la prodezza da fenomeno per festeggiare le cento presenze.

6 CALABRIA Insigne è un brutto cliente, lui balla il giusto. Da rimproverare solo un tacco inutile che innesca una ripartenza azzurra.

6,5 MUSACCHIO Doveva essere l'anello debole, lo taglia fuori solo una spizzata nel finale ma a quel punto ci pensa Gigio. Segna pure, ma è in fuorigioco.

6,5 ZAPATA Non lascia passare uno spillo.

5,5 RODRIGUEZ Resta l'anello debole perché l'azione quando passa da lui si arena sempre.

6,5 KESSIE Fa le due fasi con una continuità incredibile, come pochi riescono in campionato. Pecca di qualità, se avesse anche quella sarebbe il top in Europa.

6 BIGLIA Organizza il palleggio rossonero in uscita, mentre fa da schermo davanti alla difesa chiudendo le linee di passaggio del Napoli.

6 BONAVENTURA Scalda subito i guanti a Reina, poi tiene la posizione e finisce in apnea (dal 35' st LOCATELLI sv).

5,5 SUSO Hysaj lo spegne e lui trova raramente il guizzo.

5,5 KALINIC Si sbatte, vede pochissimi palloni, anzi uno: gli manca la reattività necessaria, anzi proprio non ce l'ha (dal 25' st ANDRÉ SILVA 5,5 Non aggiunge nulla).

6 CALHANOGLU Intraprendente, anche se punta l'area con difficoltà. Obbliga Reina a una parata vera.

All. Gattuso 6,5 Fa la sua figura al cospetto del maestro Sarri: il suo Milan alza ancora l'asticella contro le grandi.

I VOTI DEI GIOCATORI DEL NAPOLI

6,5 REINA C'è su Calhanoglu e Bonaventura, poi ordinaria amministrazione.

6 MAGGIO Sempre pronto all'uso, garantisce il compitino.

6 ALBIOL Non si danna più di tanto.

6,5 KOULIBALY Un muro sul quale anche uno come Kessie rimbalza più volte.

6 HYSAJ Spostato a sinistra per emergenza, garantisce la stessa solidità.

6 ALLAN Il suo moto perpetuo è meno incessante (dal 42' st ROG sv).

6 JORGINHO Solito organizzatore di gioco, senza il tracciante giusto.

5 HAMSIK Altra scena muta alla Scala del calcio. Spreca un'occasione stima calciando male (dal 21' st ZIELINSKI 5,5).

5 CALLEJON È l'emblema del Napoli da voglio ma non posso delle ultime esibizioni. Praticamente non si vede mai.

5 MERTENS Un solo sussulto nel primo tempo, ma di questi tempi non trasforma più in oro quello che tocca (dal 21' st MILIK 5,5 Subito un tiro, poi l'occasionissima finale dove forse non è cattivo ma dare la colpa al polacco sarebbe un torto alla prodezza di Donnarumma).

6 INSIGNE Dei tre davanti resta il più vivo: inventa di tacco per Mertens, ci prova al tiro, dà l'assist a Milik con una spizzata di testa.

All. Sarri 5 La frustrazione di vedere il suo Napoli spento lo porta a protestare in maniera scomposta anche per due rimesse laterali invertite a metà campo. E non è un caso che si metta anche a discutere con Biglia, accendendo una mischia a fine partita.

Arbitro Banti 6 Gli sfugge solo il tocco di Calabria su Insigne nel finale. Era punizione.

Tags

Commenti

Commenta anche tu