Non solo bellezza: ecco a cosa servono le sopracciglia

Non solo bellezza: ecco a cosa servono le sopracciglia
17 Aprile Apr 2018 7 giorni fa

Le sopracciglia non servono solo a esaltare la bellezza del viso, ma hanno uno scopo ben preciso: lo si apprende da uno studio da poco pubblicato

C'è chi le sfoltisce con la pinzetta, chi se le fa tatuare, chi le lascia al naturale. Ma le sopracciglia non servono solo a esaltare la bellezza del viso: hanno uno scopo ben preciso, come da poco reso noto dai risultati di una ricerca.

Per decenni, sapere a cosa servono le sopracciglia è una questione che ha affascinato gli scienziati, i quali potrebbero appena aver trovato la risposta dopo aver osservato l'evoluzione di questa parte del nostro corpo, sin dalla preistoria. In particolare, è stato scoperto che la regione sopraorbitale, ovvero quella sopra l'orbita dell'occhio, avrebbe un ruolo significativo nella comunicazione e nelle connessioni sociali.

In altre parole, le arcate sopra gli occhi servirebbero a comunicare le emozioni di una persona: questo sarebbe il loro unico ruolo. Quanto emerso ribalta le teorie date per assodate fino a questo momento e, per giungere a tali risultati, sono state ricostruite e analizzate in maniera approfondita le arcate sopraccigliari di alcuni teschi risalenti a ben 125.000-300.000 anni fa. "Abbiamo confrontato le diverse possibili spiegazioni e abbiamo concluso che nessuna regge", sottolinea Penny Spikins, antropologa e co-autrice dello studio pubblicato su Nature Ecology & Evolution.

Il volto dell'uomo si è evoluto fortemente nel corso di migliaia di anni e i cambiamenti facciali, in particolare alle sopracciglia, corrisponderebbero a un maggior bisogno di comunicazione e di empatia che ha l'uomo moderno. La fronte è diventata più grande e le sopracciglia verrebbero modellate da ogni persona in base alle proprie interazioni sociali. Le sopracciglia perciò sarebbero "un meccanismo biologico per mostrare agli altri quello che sentiamo veramente", dice la ricercatrice.

Tags

Commenti

Commenta anche tu