Macchine utensili e robot, l'evento mondiale Emo nel 2021 a Milano

Macchine utensili e robot, l'evento mondiale Emo nel 2021 a Milano
15 Maggio Mag 2018 11 giorni fa

Accordo tra Fiera Milano e Efim-Ente fiere italiane per l'edizione italiana che si terrà nel polo espositivo di Rho dopo quella di Hannover 2019

Emo, l'evento espositivo mondiale dedicato all’industria di macchine utensili, robot e automazione dal 4 al 9 ottobre 2021 torna il Italia con l'accordo siglato tra Fiera Milano e Efim-Ente fiere italiane macchine per l’organizzazione della grande manifestazione di settore promossa da Cecimo, l’associazione europea delle industrie della macchina utensile, ospitata alternativamente da Milano e Hannover.

In scena l’offerta di macchine utensili, robot, automazione, tecnologie ausiliarie, digital e additive manufacturing, tecnologie abilitanti, espressione della più avanzata produzione internazionale capace di richiamare operatori di tutti i principali settori utilizzatori di sistemi per la lavorazione dei metalli: dall’automotive all’aerospace, dall’elettrodomestico alla meccanica generale, dall’energia al biomedicale.

Dopo la prossima edizione in programma in Germania del 2019, Emo tornerà così in Italia per l’organizzazione di Fondazione Ucimu che, come da tradizione, incarica Efim, sociertà del gruppo specializzata nella realizzazione e promozione di eventi fieristici dedicati al settore. Fiera Milano metterà a disposizione di Emo 2021 la quasi totalità del quartiere espositivo di Rho, offrendo tutti i servizi. Nel portfolio - ricordiamo - anche Bi-Mu-Sfortec Industry, la biennale della macchina utensile che si terrà in autunno e Lamiera, biennale delle macchinee delle tecnologie per la deformazione di lamiera in programma nella primavera 2019, tutte ospitate dal quartiere espositivo di fieramilano-Rho.

“Ai vertici delle graduatorie mondiali di settore, l’Italia gioca un ruolo di primo piano nello scenario internazionale dove occupa la quarta posizione tra i produttori e la terza tra gli esportatori. Anche per questo - afferma Massimo Carboniero, presidente della Fondazione Ucimu - l’Italia è l’unico paese, insieme alla Germania, a essere incaricato dell’organizzazione di Emo che, attraverso la sua esposizione, rappresenta un settore il cui consumo, nel 2017, è cresciuto del 5,5%, a 73 miliardi di euro”.

“È davvero con soddisfazione e orgoglio che saluto il ritorno di Emo, a conferma della nostra comprovata esperienza e professionalità nella gestione dei grandi eventi - sottolinea Fabrizio Curci, ad di Fiera Milano -. Per la sua rilevanza e la forte caratterizzazione internazionale Emo, che in Italia trova in Fiera Milano la sua collocazione ideale, consacrerà Milano capitale mondiale delle macchine utensili”.

E Luigi Galdabini, presidente di Efim, aggiunge: “Il quartiere espositivo di fieramilano-Rho con le sue strutture di avanguardia, i suoi servizi e il sistema di collegamento con mezzi pubblici, alta velocità, autostrade e aeroporti, rappresenta il luogo ideale per ospitare un evento di portata mondiale come Emo Milano. Leadership nel settore, capacità organizzativa e location adeguata sono gli asset che rendono possibile la conferma di Milano e l’Italia come paese ospitante della mondiale della macchina utensile: insieme a Fiera Milano siamo una grande squadra”.

In occasione dell’ultima edizione a Milano nel 2015, l'anno di Expo, Emo ha registrato oltre 155.000 visite nei sei giorni di manifestazione, in rappresentanza di 120 paesi con il 51% di presenze estere, oltre 1.600 gli espositori, su una superficie espositiva di 120.000 metri quadrati.

Tags

Commenti

Commenta anche tu