La sorpresa in campo: portiere usa lo smartphone

La sorpresa in campo: portiere usa lo smartphone
16 Maggio Mag 2018 11 giorni fa

Il portiere Aderbar Melo dos Santos Neto usa lo smartphone in campo poco prima della partita. Ecco cosa c'è dietro

Chissà cosa faranno i portieri quando la palla è nell'altra metà del campo? Osservano, dirigono la difesa e...guardano il cellulare. L'affermazione sarebbe assurda se non fosse che è successo davvero: Aderbar Melo dos Santos Neto, anche detto solo Santos, estremo difensore di una squadra brasiliana, è stato beccato mentre consultava lo smartphone. In campo.

Saranno stati in vantaggio di diversi gol, penserete. E invece no. Perché la squadra di Santos, l'Atletico Paranaense, che milita nella prima serie brasiliana, alla fine è stata sconfitta 2 a 1 dall'Atletico Mineiro. Ma c'è qualcosa dietro. La società su Instagram e Twitter ha infatti pubblicato una foto del portiere con il cellulare in mano. E ha spiegato cosa è successo. "Domenica scorsa - si legge nel post - durante lo scontro tra Atletico Paranaense e Atlético Mineiro all'Arena da Baixada, il portiere Santos ha sorpreso tutti con un atteggiamento che nessuno poteva aspettarsi da lui. Un atleta voluto dalla folla ha continuato a muovere il telefono pochi minuti prima della partita, qualcosa che avrebbe potuto danneggiare la sua attenzione e mettere a rischio i suoi compagni di squadra. L'attitudine ha attirato l'attenzione dei fan e della stampa sportiva, rendendo severe le critiche al portiere". Ma c'era quacosa dietro: "Il giorno successivo - continua la nota del team - ha rivelato che la sua apparente irresponsabilità, infatti, faceva parte di una campagna per avvisare la gente di quanto pericolosa potesse essere questa abitudine altrove: nel traffico. 'Quello che ho fatto sul campo è come quello che migliaia di persone fanno ogni giorno in macchina - ha dichiarato il portiere - Ma farsi coinvolgere in un incidente stradale è molto più pericoloso che prendere un goal ".

L'uso del cellulare, insomma, era voluto. "Ecco perché Uber - spiega ancora la squadra - in collaborazione con il Clube Atlético Paranaense, ha deciso di portare questa discussione nei campi di calcio, dove tutto ciò che accade sta accadendo nel paese in pochi minuti. Il risultato è stata un'azione audace per May Yellow, un movimento che mobilita milioni di persone in tutto il mondo per la consapevolezza di un traffico più sicuro. Siamo grati per l'impegno di tutti in maggio Yellow in modo che insieme possiamo creare abitudini di guida più sicure, dal momento che siamo il traffico".

Tags

Commenti

Commenta anche tu