La Lega vola nei sondaggi, i 5 Stelle perdono terreno

La Lega vola nei sondaggi, i 5 Stelle perdono terreno
17 Maggio Mag 2018 17 maggio 2018

Per la prima volta i 5 Stelle scendono sotto la soglia del 32% raggiunta il 4 marzo. Sale senza sosta la Lega, che traina il centrodestra al 39%

La trattativa di governo che va avanti ormai da settimane non fa bene al Movimento 5 Stelle. Lo dicono i sondaggi e n particolare dalla Supermedia settimanale elaborata da YouTrend per l'agenzia Agi.

Le rilevazioni, infatti, danno il M5S in calo: il movimento guidato da Luigi Di Maio resta il primo partito, ma per la prima volta dalle elezioni scende sotto la soglia del 32% raggiunta il 4 marzo. Il calo è lieve (-0,3%) rispetto alla settimana scorsa, ma più importante se si guardano i risultati delle urne e se si considerano alcuni istituti singolarmente: ad esempio, secondo I, M5s è sceso dal 34% al 31,5% in un mese; per EMG, il Movimento ha perso addirittura quasi 4 punti in 2 settimane (dal 34,5% al 30,8%). E nessuno dei 9 istituti su cui si basa lo studio vede il M5s in rialzo rispetto alla rilevazione precedente.

Al contrario la Lega viene vista praticamente da tutti stabile o in aumento sopra il 22%, oltre 5 punti in più rispetto alle politiche. Il partito di Salvini è virtualmente, in questo momento, l'unico a guadagnare voti rispetto al 4 marzo. Il Partito democratico (17,8%) e Forza Italia (11,9%) sono in calo rispetto al risultato elettorale ma mostrano comunque una stabilità per certi versi sorprendente. I

n particolare, il partito di Berlusconi sembra non aver beneficiato, per il momento, della riabilitazione del suo fondatore e leader storico: ma il dato è senz'altro da tenere d'occhio nelle prossime settimane, sia per questo motivo che per le ripercussioni che potrebbe avere l'esito, positivo o negativo che sia, delle trattative tra Di Maio e Salvini per il governo. Secondo una ricerca di Demopolis, tra chi ha votato Forza Italia alle ultime Politiche, ben il 26% oggi sceglierebbe la Lega di Salvini. Se l'accordo Lega-M5s dovesse incontrare l'opposizione dura da parte degli altri partiti di centrodestra, è possibile che almeno una parte di questi elettori tornino a Berlusconi.

La coalizione maggioritaria resta quindi quella di centrodestra che sale al 39% (2 punti in più rispetto alle Politiche).

Tags

Commenti

Commenta anche tu