Recupero crediti forzato: lo stop di Lega e grillini

Recupero crediti forzato: lo stop di Lega e grillini
17 Maggio Mag 2018 17 maggio 2018

Nella bozza del programma di governo di Lega e Movimento Cinque Stelle ci sono sostanziali novità anche sul fronte del recupero crediti

Nella bozza del programma di governo di Lega e Movimento Cinque Stelle ci sono sostanziali novità anche sul fronte del recupero crediti. Di fatto con il "patto Marciano" le banche possono entrare in possesso degli immobili che un imprenditore ha dato in garanzia per un finanziamento senza passare dal giudice nel caso in cui il creditore non rientri del debito. Adesso M5s e Lega vorrebbero porre uno stop a questa procedura: "In materia di recupero forzato dei crediti da parte di banche e società finanziarie, intendiamo sopprimere qualunque norma che consenta di poter agire nei confronti dei cittadini debitori senza la preventiva autorizzazione dell autorità giudiziaria", si legge nella bozza del patto come riporta Public Policy. Di fatto verrebbe cambiata in modo radicale la procedura che prevede un passaggio molto semplice dell'immobile dal creditore all'istituto bancari che l'ha finanziato.

Va ricordato che l'immobile di cui si parla nel "patto Marciano" non può coincidere con la stessa abitazione del creditore, nè con quella di un suo congiunto. Inoltre, sempre come ricorda pubblic policy, con il dlgs Mutui è stata data la possibilità alla banca di saltare la fase giudiziaria per entrare in possesso di una casa nel caso in cui l'inqulino abbia saltato per 18 mesi il pagamento della rata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu