Higuain choc: "Ho pensato di smettere di giocare a calcio"

Higuain choc: Ho pensato di smettere di giocare a calcio
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
18 Maggio Mag 2018 18 maggio 2018

Higuain ha rivelato di aver pensato di voler lasciare il calcio: "Ho pensato di lasciare il calcio. È successo poco tempo fa, quando seppi che mia madre stava male"

La Juventus ha vinto il suo settimo Scudetto di fila, il 34esimo della sua storia e gran parte del merito è anche di Gonzalo Higuain. L'ex centravanti di Napoli, Real Madrid e River Plate, a livello numerico non ha segnato come nelle stagioni passate ma ha siglato gol pesantissimi contro la sua ex squadra e recentemente contro l'Inter di Spalletti punita dal Pipita al minuto 89 di una sfida che si era messa malissimo per i colori bianconeri. Higuain è stato inserito nella lista dei 35 pre convocati da parte di Jorge Sampaoli e con ogni probabilità farà parte dei 23 che giocheranno il Mondiale in Russia ed è carico e determinato per affronatare al meglio un competizione che l'Albiceleste non vince da oltre trent'anni: "Siamo pronti, daremo il massimo per i nostri tifosi".

Ai microfoni di TNT Sports, però, l'attaccante della Juventus ha anche svelato la sua recente volontà di lasciare il calcio: "Ho pensato di lasciare il calcio. È successo poco tempo fa, quando seppi che mia madre stava male. Fu un momento orribile, ma fu proprio lei a chiedermi di continuare dandomi la forza". Il 30enne di Brest ha poi criticato il mondo del calcio reo di non portare il rispetto dovuto ai calciatori: "Il mondo del calcio tratta i giocatori come merce usa e getta. Quando smetti, non servi più a nulla. Ciò che conta davvero sono gli affetti e le persone che ti vogliono bene. Fortunatamente ho accanto della bella gente che mi accompagnerà per tutta la vita. La verità è che solitamente si criticano i migliori, quindi sono sereno. Ti attaccano per un gol mancato, ma si scordano dei 300 che hai realizzato in precedenza".

Tags

Commenti

Commenta anche tu