Sea Bubbles: i taxi elettrici che volano sulla Senna

Sea Bubbles: i taxi elettrici che volano sulla Senna
25 Maggio Mag 2018 25 maggio 2018

Sono quasi operativi i nuovi veicoli elettrici che planano sull'acqua studiati per essere usati come taxi

A capo di una start-up che annovera al suo interno anche ingegneri di Airbus, Alain Thébault, nel tentativo di ridurre il traffico a Parigi, sta trasformando in realtà la sua geniale intuizione: produrre imbarcazioni elettriche che "volano" sull’acqua, Sea Bubbles.

I taxi volanti della Senna, dalle dimensioni di una citycar, possono ospitare fino a quattro passeggeri più il timoniere, hanno tempi di ricarica al molo ridotti con pacchi batterie che garantiscono una novantina di chilometri di autonomia e già a 10km/h si sollevano volando letteralmente sui foil, alette in vetroresina portate alla ribalta dal catamarano neozelandese in occasione della trentaquattresima edizione dell’America’s Cup.

Evitando di subire e provocare il moto ondoso ed avendo un impatto acustico praticamente assente non solo la navigazione risulta oltremodo confortevole ma sulla carta sembra la soluzione ottimale per decongestionare il traffico metropolitano sfruttando le vie fluviali poco trafficate, il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente circostante.

Al momento i prototipi, dopo una gestazione di due anni, hanno portato a termine tutte le prove tecniche a cui sono stati sottoposti ed in occasione della fiera parigina “Viva Technology”, dal 24 al 26 maggio, sono esposti al pubblico che ha così la possibilità di familiarizzare con le forme futuristiche delle Sea Bubbles.

Prima di poter a tutti gli effetti entrare in servizio c’è però un problema da risolvere. Le Sea Bubbles sono state progettate per muoversi ad una velocità ottimale di 13.5 nodi, pari a 25 km/h, ma le leggi di circolazione sulla Senna vietano alle imbarcazioni di superare il limite di velocità fissato a 18 km/h.

Tags

Commenti

Commenta anche tu