Matrimonio: costi diversi da Nord a Sud

Matrimonio: costi diversi da Nord a Sud
5 Giugno Giu 2018 17 giorni fa

Secondo dati recenti dell'Osservatorio Compass e ProntoPro gli italiani, da Nord a Sud, affrontano spese differenti; in generale, la spesa media nel 2018 è di 14.880 euro per 100 invitati

Il giorno del matrimonio è un evento unico, da ricordare; ma oggi la voglia di sposarsi è sempre di meno tra gli italiani. E forse, nella decisione l'aspetto economico gioca un ruolo fondamentale. Secondo alcuni dati aggiornati al 2018, il 3% degli italiani si dichiara pronto al grande passo. L'Osservatorio Compass assieme a ProntoPro hanno calcolato il costo medio per 100 invitati che si aggira intorno a 14.900 euro, tutto compreso. Ovviamente, partendo da questo dato sono stati riscontrati differenti costi a seconda della città.

Ad esempio, sempre secondo i dati forniti da ProntoPro, possiamo vedere come a Roma è stata riscontrata la spesa massima di 17.820 mila euro, mentre a Cagliari la minima di euro 11.725. Subito dopo Roma, in classifica si trovano le città del Sud, Napoli e Palermo, rispettivamente con una spesa complessiva di 17.400 e 17.180 mila euro. Costi mediamente inferiori, invece, se ci si sposta nelle città del Nord Italia: a Milano sono di 16.690 mila e a Torino 14.730 mila euro. Nel sondaggio effettuato, il 54% degli italiani ha detto che il matrimonio è troppo costoso, il 43%, invece, lo ha definito come un atto di coraggio e poi, rimane sempre un 42% di italiani, gli inguaribili romantici, che vedono il matrimonio come il sogno di una vita.

Andando più nel dettaglio dei costi per un matrimonio, vediamo che nella spesa complessiva la voce che grava di più è il catering con una spesa di 7.600 euro. A seguire troviamo l'abito da sposa con 3.900 euro e il fotografo con 1.100 euro. Al di sotto dei mille euro si possono raggruppare le spese per il fiorario, per la musica e infine la torta nuziale. Bisogna anche specificare che per un matrimonio vi sono ulteriori spese che incidono sulle tasche degli italiani - ristorante, bomboniere, viaggio di nozze, etc. - che qui non vengono prese in considerazione.

L'aspetto più curioso al giorno d'oggi è evidenziato dalla scelta degli italiani tra il matrimonio e la convivenza. Il 46% degli intervistati ha dichiarato che il matrimonio è ancora un momento importante e ha un peso fondamentale per il prosieguo della vita. Il 38% invece, in particolare i single, pone l'accento sulla convivenza, vista come passaggio fondamentale per arrivare comunque sempre all'altare. Ultimo dato che balza all'attenzione è su come gli italiani vedono il matrimonio. A questa domanda, il 54% dice che non è mai fuori moda, il 63% lo reputa piuttosto stimolante, il 61% lo definisce rassicurante e il 65% lo vede non come un legame troppo impegnativo.

Tags

Commenti

Commenta anche tu