Airbnb cancella migliaia di prenotazioni in Giappone

Airbnb cancella migliaia di prenotazioni in Giappone
8 Giugno Giu 2018 08 giugno 2018

Una nuova normativa che regola l'affitto per motivi turistici entrerà in vigore dal 15 giugno in Giappone e tutti gli annunci che non ne rispetteranno i parametri saranno cancellati da Airbnb

Tutti coloro che hanno prenotato un alloggio in Giappone attraverso Airbnb potrebbero avere necessità di trovare soluzioni alternative.

Il colosso degli affitti di alloggi online ha dovuto cancellare migliaia di prenotazioni dopo che il governo giapponese ha implementato una nuova normativa. Airbnb ha dichiarato che i cambiamenti delle linee guida riguardanti questa implementazione, colpiranno tutte le prenotazioni. Secondo la nuova legge, gli host saranno obbligati a registrarsi presso le autorità competenti e ad esibire entro il 15 giugno il loro numero di licenza per rimanere attivi sul portale.

Ma il governo giapponese ha detto che qualsiasi host che non rispetti la nuova normativa e che non abbia un numero di licenza registrato, deve obbligatoriamente già annullare tutte le prenotazioni effettuate precedentemente presso i propri alloggi. Infatti, saranno cancellati tutti gli annunci dal portale anche se il proprietario ha gia' avviato il processo di adeguamento alla nuova legge.

Airbnb ha inoltre dichiarato che avrebbe prontamente cancellato ogni prenotazione effettuata in dimore irregolari per gli arrivi compresi tra il 15 ed il 19 giugno. "Il Giappone è un paese incredibile da visitare e vogliamo aiutare i nostri ospiti a fronteggiare questo problema", ha annunciato il colosso americano.

La nuova legge nipponica sulla regolamentazione dell'home sharing tra privati e che include anche i ryokan (alloggi tradizionali giapponesi), obbliga inoltre gli host ad affittare i propri locali per un massimo di 180 giorni annuali e ad omologarsi alle norme antincendio ed antisismiche. Nella città di Kyoto si potrà alloggiare in zone residenziali solo nel periodo tra metà gennaio e metà marzo. Oltre l'80% degli annunci che comparivano sul portale del colosso americano sono già stati eliminati.
Airbnb ha rivelato la disponibilità di un fondo di 10 milioni di dollari per i clienti del portale che si sono visti cancellare le loro prenotazioni e che dovranno sostenere ulteriori costi. La compagnia americana è considerata una delle società di maggior rilevanza della Silicon Valley e possiede un valore stimato di 30 miliardi di dollari.

Tags

Commenti

Commenta anche tu