Commissari in 6 Comuni

12 Giugno Giu 2018 12 giugno 2018

Sorico: troppa paura per trovare candidati

La bassa affluenza ha colpito duro, in sei casi addirittura ha portato al commissariamento dei comuni. In questi casi avendo un solo candidato sindaco l'affluenza non ha raggiunto il quorum del 50% dei voti più uno. Si tratta di Berlingo, in provincia di Brescia; Castel Gabbiano (Cremona), Cenate Sopra ( Bergamo), e poi Carugo, Cassina Rizzardi e Sorico nel Comasco.

Non è una buona notizia come ha sottolineato il sindaco uscente di Berlingo, Cristina Bellini: «Da cittadina ho una forte preoccupazione per gli standard dei servizi che ora potrebbero essere messi in dubbio dal commissariamento».

A Castel Gabbiano la situazione sembra addirittura diventata cronica: il Comune infatti era già sotto commissariamento da un anno. Ma non è un unicum: anche per Cenate Sopra non è la prima volta. Il municipio era stato gestito da un commissario prefettizio già nel 2012.

A Carugo, secondo i giornali locali, è stata una precisa scelta degli elettori: nei giorni precedenti al voto sono stati diffusi tre volantini che invitavano a non andare alle urne. Un centinaio inoltre le schede non valide.

A Cassina Rizzardi invece sembra che la voglia di fresco abbia prevalso su quella di avere un sindaco e per appena 135 voti non si è potuto evitare il commissariamento.

A Sorico invece pare abbastanza evidente il motivo della mancanza di candidati: agli ultimi tre sindaci, quello uscente Ivan Tamola compreso, sono stati bruciati o l'automobile o il luogo di lavoro. Difficile dunque reperire qualcuno per questo ruolo.

MBon

Commenti

Commenta anche tu