Pecoraro Scanio: "Io, primo ministro a fare coming out"

Pecoraro Scanio: Io, primo ministro a fare coming out
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Giugno Giu 2018 13 giugno 2018

Diciotto anni fa la confessione dell'ex leader del "Sole che ride" ha fatto il giro dei media internazionali. Oggi è tornato a parlarne

Alfonso Pecoraro Scanio, ex ministro dell'Ambiente e dell'Agricoltura, oggi a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, è tornato a parlare di quel celebre coming out, fatto nel lontano 2000, che ebbe un'eco internazionale. "Era il 2000, ero Ministro e quell'anno a Roma - racconta il politico - c'erano sia il Giubileo che il World Pride, che io dissi andava celebrato. E, in un'intervista ad una domanda sulla libertà sessuale dissi: in un paese come il nostro, di tradizione greco romana, la bisessualità c'è sempre stata e la condividevo".

Scanio ammise di essere bisessuale e per una settimana non si parlò d'altro. Oggi, racconta, riconosce che le donne "sono una favola", ma conferma di preferire gli uomini. L'avvocato sembra pensare anche a delle possibili nozze:"Una volta avrei detto una donna per fare un matrimonio, visto che sono anche cattolico. Oggi però ci sono le unioni civili quindi forse preferirei queste".

Commenti

Commenta anche tu