Danno fuoco ai rifiuti a ridosso del Parco, arrestati

Danno fuoco ai rifiuti a ridosso del Parco, arrestati
14 Giugno Giu 2018 14 giugno 2018

Arrestati a Terzigno, in provincia di Napoli, un grossista tessile e il genero. Scoperti dai carabinieri a dar fuoco alla spazzatura che avevano scaricato

Pizzicati mentre danno fuoco ai rifiuti che hanno appena scaricato in un’area di Terzigno nei pressi del Parco Nazionale del Vesuvio, finiscono nei guai un grossista tessile di 62enne e il genero di 35 anni.

I due, rispettivamente di Terzigno e di Ottaviano in provincia di Napoli, sono stati arrestati e sono finiti ai domiciliari in attesa del rito direttissimo. Sono accusati di aver illecitamente dato fuoco a rifiuti qualificati come speciali e pericolosi.

L’operazione porta la firma dei carabinieri che, dopo aver ricevuto nei giorni scorsi numerose segnalazioni di piccoli incendi, hanno deciso di aumentare i controlli lungo l’area interessata dagli episodi denunciati. E così, proprio durante uno di questi monitoraggi, hanno scoperto i due uomini a gettare, lungo la strada statale 268 che costeggia il territorio protetto dal Parco del Vesuvio, un cumulo di scarti della lavorazione tessile insieme a materiale di plastica. Poi, con un accendino, hanno dato fuoco alla catasta di spazzatura.

A quel punto i carabinieri sono intervenuti bloccando i due. L’intera area teatro dell'episodio è stata sottoposta a sequestro.

Tags

Commenti

Commenta anche tu