Diritti tv 2018-2021, Mediaset spiega: "Il bando era totalmente squilibrato"

Diritti tv 2018-2021, Mediaset spiega: Il bando era totalmente squilibrato
14 Giugno Giu 2018 6 giorni fa

Sky e Perform Group si sono aggiudicati i diritti tv del triennio Serie A 2018-2021. Mediaset ha spiegato perché non ha presentato offerte: "Il bando per i diritti tv della Serie A era totalmente squilibrato. Basti pensare che fino a oggi i pacchetti per il digitale terrestre avevano sempre contenuto tutte le partite delle migliori otto squadre italiane"

La giornata di ieri è stata importante per l'assegnazione dei diritti tv del campionato di Serie A triennio 2018-2021. Sky e Perform group si sono aggiudicati i tre pacchetti, due il primo operatore e uno il secondo, per un totale di 973,3 milioni di euro all'anno. Micciché e Preziosi all'uscita dalla Lega Calcio hanno confermato che il bando è stato assegnato e che c'è soddisfazione reciproca per l'accordo concluso positivamente. Mediaset Premium non ha presentato alcuna offerta ma con una nota ufficiale ha voluto spiegare i motivi che hanno spinto a farlo: "Il bando per i diritti tv della Serie A era totalmente squilibrato. Basti pensare che fino a oggi i pacchetti per il digitale terrestre avevano sempre contenuto tutte le partite delle migliori otto squadre italiane. Mentre il bando di oggi offre 3- 4 match per turno, oltretutto senza club chiaramente definiti e quindi senza nessun appeal per i tifosi delle singole società".

Mediaset ha poi continuato spiegando che cercherà di venire incontro ai tantissimi abbonati: "Nonostante questo, per tutelare i diritti di visione dei clienti Premium, Mediaset ha partecipato per il pacchetto meno penalizzante (il pacchetto 6) offrendo una cifra rilevantissima, un totale di 600 milioni di euro in tre anni. E ora, malgrado l’esito delle assegnazioni, Mediaset si è mossa immediatamente per far riconoscere a favore degli abbonati Premium il diritto di accesso alla Serie A attraverso i "diritti di ritrasmissione", uno strumento che è stato definito perfetto per scongiurare l'obbligo dei telespettatori a sottoscrivere diversi abbonamenti per poter vedere tutte le partite della propria squadra. Stiamo già procedendo a richiedere per iscritto agli aggiudicatari dei diritti le condizioni della ritrasmissione dei match per i clienti Premium sul digitale terrestre".

Tags

Commenti

Commenta anche tu