Il marito della Appiano: "In 50 giorni è cambiato tutto"

Il marito della Appiano: In 50 giorni è cambiato tutto
14 Giugno Giu 2018 5 giorni fa

Il marito di Alessandra Appiano, la scrittrice e conduttrice scomparsa qualche giorno togliendosi probabilmente la vita, ha deciso di ricordarla con una lettera

Una lettera aperta per parlare di sua moglie. Il marito di Alessandra Appiano, la scrittrice e conduttrice scomparsa qualche giorno togliendosi probabilmente la vita, ha deciso di ricordarla con un messaggio inviato al Fatto Quotidiano: "Mia moglie Alessandra Appiano, 25 anni di convivenza, 15 di matrimonio civile, è soggiaciuta al raptus di un disturbo manifestatosi in modo oscuro e quasi metafisico, un maleficio che non le ha lasciato scampo nonostante i diversi tentativi di cura". Di fatto tra le ipotesi degli investigatori c'è quella di un gesto volontario da parte della donna ed è in questa direzione che in questi giorni vanno le indagini per capire cosa è successo in quella serata.

Poi parla di quel periodo buio che ha preceduto la fine: "In cinquanta giorni è cambiato tutto, tutto si è rivelato inutile; un calvario da uno specialista all’altro, fino alla decisione del ricovero proprio per scongiurare qualsiasi gesto estremo. Ma la mattina del 3 giugno da quel luogo che doveva curarla e proteggerla è potuta fuggire, vagare indisturbata per i deserti vialoni della periferia fino a raggiungere uno dei tanti anonimi grattacieli milanesi, sede di un hotel; dalla terrazza dell’ottavo piano ha guardato per l’ultima volta quella città che amava tanto, dove era arrivata dalla provincia nella speranza di un posto nel mondo che si era conquistato con la sua intelligenza, il suo talento, il suo perfezionismo, il suo culto per il lavoro". Infine poche righe per dedicare un ricordo dolce e pieno d'amore alla sua Alessandra: "Vorrei che tutti avessero di Alessandra l’immagine più semplice che io ne porto nel cuore. Era una donna buona".

Commenti

Commenta anche tu