M5S vota mozione di FdI: a Roma c'è via Almirante

M5S vota mozione di FdI: a Roma c'è via Almirante
14 Giugno Giu 2018 4 giorni fa

La Meloni esulta: "A Roma ci sarà via Giorgio Almirante". La Raggi: "Non ne sapevo nulla". E la comunità ebraica si indigna

"Roma avrà via Giorgio Almirante". L'annuncio sui social arriva da Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, che esulta per l'approvazione in Campidoglio della mozione presentata dal suo partito e votata anche dal Movimento 5 Stelle.

"La Capitale renderà finalmente omaggio ad uno degli uomini più importanti nella storia della destra e della politica italiana", dice la Meloni, "Un risultato storico di cui siamo fieri e orgogliosi". "Vittoria storica della destra italiana e romana", aggiungono Fabrizio Ghera, capogruppo in Campidoglio, i consiglieri comunali Andrea De Priamo, Maurizio Politi, Francesco Figliomeni e Rachele Mussolini della lista civica 'Con Giorgia', "L'Aula Giulio Cesare ha votato la mozione di Fratelli d'Italia, come già proposto dalla presidente di FdI Giorgia Meloni, per intitolare una via o una piazza a Giorgio Almirante che proprio nella Capitale ha raccolto sempre grandi consensi, come sottolineato dall'intervento del capogruppo di FdI Fabrizio Ghera che ha evidenziato il ruolo di Almirante come padre della patria. Come FdI esprimiamo soddisfazione per l'approvazione di questo provvedimento che rende omaggio a un uomo politico che non ha mai smesso di chiedere la pacificazione nazionale e al quale sono state intitolate targhe e monumenti in molte cittadine italiane".

"Non sapevo nulla, mi sorprende", commenta intanto Virginia Raggi dal salotto di Porta a Porta, "Sono qui da lei e mi sono allontanata dal Consiglio comunale da qualche ora. Se lo condivido? Se l'Aula ha votato favorevolmente è perché i consiglieri M5s si sono determinati in questo senso. Quindi assolutamente sì: se hanno votato evidentemente vogliono intitolare una strada a questo personaggio. Prendo atto della volontà dell'aula, che è sovrana come il Parlamento".

La decisione del Consiglio comunale di intitolare una via al fondatore del Msi, però, non piace alla comunità ebraica di Roma: "È una vergogna per la storia di questa città", dicono, "Chi ha ricoperto il ruolo di segretario di redazione del Manifesto per la Difesa della Razza, senza mai pentirsene, non merita una via come riconoscimento".

Commenti

Commenta anche tu