Ricky Martin: "Vorrei che i miei figli fossero gay". E subito scoppia la bufera in rete

Ricky Martin: Vorrei che i miei figli fossero gay. E subito scoppia la bufera in rete
14 Giugno Giu 2018 5 giorni fa

Ospite a Popcorn with Peter Travers, programma della Abc, Ricky Martin ha parlato dei suoi figli nati da madre surrogata. Ma una frase in particolare ha fatto infuriare il pubblico

Non è la prima volta che alcune dichiarazioni o comportamenti di Ricky Martin fanno discutere, ma ora una sua intervista ha sollevato veramente un polverone.

Ospite a Popcorn with Peter Travers, un programma della Abc, il cantante ha parlato dei suoi figli, delle grandi emozioni che ogni giorno gli regalano e di come sia cambiata la sua vita da quando ha fatto coming out. Ricky Martin, infatti, ha due gemelli di 9 anni, Matteo e Valentino, nati da madre surrogata. "E' una cosa molto speciale - ha spiegato nell'intervista -. La sensibilità, il modo in cui vedo le cose ora, che non devo nascondermi in alcun modo o forma. Vedi i colori. E poi vedi l'arcobaleno. Ora capisco perché il simbolo è l'arcobaleno. E' reale. Tutto è tangibile. Mi rende una persona più forte".

A crescere i bambini insieme a lui, c'è il marito Jwan Yosef. I due sono sposati dallo scorso gennaio e Martin non nasconde di voler rivivere la gioia di diventare padre con lui. Ma proprio parlando di figli e maternità surrogata, il cantante pronuncia una frase che ha scatenato la polemica: "I miei figli sono troppo giovani, ma vorrei che fossero gay".

Le sue parole, immediatamente, hanno fatto il giro del mondo e in rete gli utenti si sono scatenati coi commenti: "Ogni persona deve essere libero di sccegliere, non puoi desiderare che siano gay. Ma che desiderio è questo?".

Commenti

Commenta anche tu