Andare ai concerti allunga la vita

Andare ai concerti allunga la vita
4 Luglio Lug 2018 04 luglio 2018

Concerti, musica, divertimento, un toccasana per la vita in particolare se avviene ogni due settimane con effetti benefici e duraturi sul benessere personale

La musica è un toccasana per la propria felicità e per la vita stessa, tanto da allungare di ben nove anni la singola aspettativa personale.

Secondo uno studio condotto dalla Goldsmiths University di Londra i concerti svolgerebbero un ruolo centrale per il singolo benessere dei suoi frequentatori, aumentando i livelli di felicità, ma anche emozioni e gioia. Una frequentazione costante, ogni due settimane, allungherebbe l'esistenza di nove anni impreziositi da ricordi e sensazioni indimenticabili. Del resto, da sempre, la musica svolge un ruolo importante all'interno delle vite di ognuno incentivando i momenti di benessere, spesso migliorando l'umore e permettendo di sfogare tensioni e stati d'animo negativi.

La concentrazione di effetti positivi dati da un concerto sono il frutto di una lunga ricerca che ha visto questi a confronto con una sessione di yoga, quindi un'uscita a spasso con il cane. Una lezione di venti minuti garantirebbe un miglioramento pari al 10%, la passaggiata con Fido offrirebbe un 7% di benessere in più, mentre andare a un concerto un miglioramento pari al 21% . Un dato incredibile, perché partecipare a un live migliorerebbe anche l'autostima personale, l'empatia con i patecipanti quindi un'alta stimolazione mentale pari al 75% in più. Maggiore è la frequentazione di questi eventi migliore la propria condizione, con un netto aumento dell'appagamento personale, della felicità e anche della produttività sul lavoro.

Forse l'incidenza sul budget potrebbe interferire con questi dati, ma la visione di live gratuiti ed eventi a prezzi contenuti potrebbe agevolare gli esisti finali. La musica, spesso al centro delle singole esistenze, è sempre più protagonista come rimedio e toccasana per la salute, vera valvola di sfogo contro la pressione data dal quotidiano.

Tags

Commenti

Commenta anche tu