Generali cede la "Leben" Partita da 1,9 miliardi

Generali cede la Leben Partita da 1,9 miliardi
6 Luglio Lug 2018 06 luglio 2018

Venduto il 90% della società Vita tedesca. Ma il Leone è pronto a reinvestire. Bene il titolo: +2,2%

Le Generali fanno cassa in Germania ma sono già pronte a nuove operazioni sul territorio per rafforzarsi in quello che è, a tutti gli effetti, un Paese «core», strategico, per Leone di Trieste, a differenza dei molti da cui è uscita negli ultimi dodici mesi, tra cui Guatemala, Olanda, Colombia, Panama e Belgio.

La compagnia assicurativa guidata dall'ad Philippe Donnet ha annunciato ieri la vendita dell'89,9% di Generali Leben, società specializzata in polizze Vita a tasso garantito con un portafoglio da 37 miliardi di euro circa, a Viridium Gruppe, attiva nella gestione dei portafogli Vita. Il 100% di Generali Leben è stato valutato 1,9 miliardi inclusi 125 milioni di riserve legate a una riforma normativa data in arrivo entro fine estate e il rimborso di 882 milioni di subordinati. Un prezzo più alto rispetto alle previsioni degli analisti e che permette a Generali di aggiungere ulteriore cassa ai 1.100 milioni portati a casa con il programma di ristrutturazione. L'operazione permette di migliorare di 2,6 punti base la solvibilità a livello di gruppo e genera una plusvalenza (al lordo delle imposte) di circa 275 milioni. Non solo. La vendita «ridurrà l'esposizione al rischio dei tassi d'interesse e aumenterà la liquidità a livello di holding», spiega Moody's promuovendo l'operazione.

Parte delle risorse reperite potranno essere fin da subito reinvestite nella stessa Viridium. Generali, infatti, si è già riservata il diritto di acquisire una quota di minoranza, in seguito all'esito positivo della due diligence. La holding che controlla Viridium è attualmente partecipata da Cinven (80%) e da Hannover Re (20%). E potrebbe non essere finita qui. Dopo l'operazione, Generali Deutschland rimarrà leader nel business Unit-Linked, Ibride e Protezione e resterà il secondo operatore nel Paese attraverso le altre unità del gruppo.

«L'operazione permetterà di investire in soluzioni innovative per i nostri clienti tedeschi, garantendo un maggiore rendimento agli azionisti», ha poi commentato Donnet: «La Germania è un mercato fondamentale per Generali: stiamo lavorando per rafforzare la nostra posizione come leader nel settore assicurativo». In Piazza Affari il titolo ha chiuso a 14,6 euro, in rialzo del 2,2 per cento.

Commenti

Commenta anche tu