Dopo 66 anni, decide finalmente di tagliarsi le unghie

Dopo 66 anni, decide finalmente di tagliarsi le unghie
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
12 Luglio Lug 2018 12 luglio 2018

Un signore indiano con le unghie più lunghe del mondo decide di tagliarle dopo 66 anni e ora sono esposte in un museo a New York; a causa della loro lunghezza e del peso egli ha avuto problemi alla mano sinistra

Le unghie corte e curate sono un sinonimo comune di ordine e igiene, ma c'è chi ha fatto del contrario un motivo di orgoglio. È questa la storia di Shridhar Chillal, un uomo indiano di 82 anni, pronto a lasciar crescere le unghie delle mani per ben 66 anni. Dopo aver raggiunto una lunghezza complessiva di 9 metri - con ben 197,8 centimetri di unghia su una singola mano - ed essere entrato di diritto nel Guinness World Record, l'anziano ha però deciso di dare un taglio con il passato.

Shridhar, originario della località indiana di Pune, ha smesso di curare questi annessi cutanei nel 1952: la causa scatenante fu il rimprovero di un'insegnante di scuola che, dopo essersi rotta un'unghia a causa dell'allora studente, gli disse che non avrebbe mai potuto comprendere quanto impegno e dedizione richiedessero le unghie lunghe.

Questo rimprovero diventò una sfida, tanto da dedicare la sua intera vita a prendersene cura, come ha riferito l stesso protagonista in una recente intervista: "Non so se l'insegnante sia morta, ma mi piacerebbe sicuramente dirle che il suo rimprovero l'ho preso come una sfida, una sfida che ho completato e ora sono qui". Ovviamente la scelta di tagliare le unghie dopo tanti anni non è stata presa a cuor leggero, ma ora le rimamenti parti sono finite nientemeno che in un museo, il "Ripley's Believe It or Not!" di New York. Una vita con le unghie lunghe non è stata però semplice, creando con il passar del tempo qualche problema di salute sia per il peso e che per la lunghezza. Ancora, l'uomo ha perso la piena funzionalità della mano sinistra. Eppure questo inconveniente non gli ha impedito di lavorare come fotografo per 22 anni e anche di realizzarsi nella vita privata, sposandosi e avendo due figli e tre nipoti.

Tags

Commenti

Commenta anche tu