Juventus, contrordine: la festa allo stadio per Ronaldo non si farà

Juventus, contrordine: la festa allo stadio per Ronaldo non si farà
12 Luglio Lug 2018 8 giorni fa

Diversamente da quanto annunciato alla vigilia, la Juventus ha fatto sapere che la festa all'Allianz Stadium per Cristiano Ronaldo non ci sarà. Colpa di alcune difficoltà pratiche che hanno indotto la società ad annullare l'evento

Contrordine, compagni bianconeri. Diversamente da quanto annunciato nelle ultime ore, la festa programmata all'Allianz Stadium di Torino in onore di Cristiano Ronaldo è stata annullata. Dopo le visite mediche e la visita di Cr7 alle strutture della Continassa, dunque, non ci sarà il bagno di folla a cui i tifosi della Juventus avevano cominciato a prepararsi. La serata di gala si sarebbe dovuta svolgere il 16 luglio. La società bianconera ha riscontrato alcune difficoltà pratiche giudicate insormontabili.

Il pubblico bianconero dovrà farsene una ragione: il Cr7-day, com'è stato ribattezzato il giorno in cui l'ex attaccante del Real Madrid sbarcherà ufficialmente a Torino, perde il pezzo più atteso. Come scrive la Gazzetta dello Sport, l'idea messa sul tavolo dalla società di Andrea Agnelli non ha superato alcune difficoltà pratiche. Per questo motivo, in mattinata tutte le componenti organizzative esterne al club sono state informate di non procedere con i lavori per l'allestimento del grande evento. Una grande delusione per coloro che erano già pronti ad acquistare il proprio biglietto con il sogno di partecipare a una serata memorabile.

Prima di annullare l'evento, la Juventus ci ha pensato bene. La Vecchia Signora stava lavorando da giorni per preparare il tutto, al punto da attivarsi presso la Questura torinese. Dalla Juve fanno sapere che non è una decisione legata all’ordine pubblico e le stesse forze dell’ordine avevano assicurato di poter gestire la sicurezza in una simile occasione senza particolari livelli di criticità. Insomma, i tifosi della Juventus se ne facciano una ragione. Il loro "incontro" con il campione è soltanto rimandato. Anche se qualcuno non si arrende. Cristiano Ronaldo arriverà in Italia con un volo charter martedì mattina. Le autorità torinesi prevedono che l'aeroporto di Caselle sarà invaso pacificamente da centinaia di persone. C'è da scommettere che l'accoglienza per il portoghese sarà indimenticabile. Intanto le magliette col suo nome vanno a ruba. Finora ne è stata venduta una al minuto.

Tags

Commenti

Commenta anche tu