Asia Argento accusata dagli hater per la morte di Bourdain, ma Hollywood la difende

Asia Argento accusata dagli hater per la morte di Bourdain, ma Hollywood la difende
13 Luglio Lug 2018 7 giorni fa

L’attrice è stata attaccata da cyber-bulli sui social per il suicidio del fidanzato chef

La morte di Anthony Bourdain continua a tormentare Asia Argento. L’attrice, tra le prime promotrici della campagna #MeToo per denunciare gli abusi subiti, è stata presa di ira sui socal da un’orda di hater che l’ha accusata di aver provocato il suicidio del fidanzato. Non paghi, l’hanno anche criticata di averne sfruttato la dipartita per motivi di visibilità e carriera.

A prendere le sue difese, con una lettera al Los Angeles Times, una schiera di star hollywoodiane che, alla pari dell’Argento, si sono poste in prima fila nell’iniziativa mondiale contro le avances sessuali nel mondo del cinema e non solo.

La missiva è stata firmata, tra le tante, da Rose McGowan, Mira Sorvino, Oliva Munn, Patricia Arquette, Terry Crews. E la figlia del regista le ha ringraziate con un tweet.

To all my sisters and brothers and fellow #silencebreakers who stood up against the cyber bullies that have been tormenting me for weeks now: I love you, I am grateful to each and every one of you. https://t.co/6bvzPOJqeA

— Asia Argento (@AsiaArgento) 13 luglio 2018La lettera in difesa di Asia Argento

Ecco cosa hanno scritto le attrici al quotidiano losangelino: "Dalla morte di Anthony Bourdain, Asia Argento si è ritrovata a ricevere minacce in pasto a veri e propri attacchi di cyberbullismo da pseudonimi, hater e troll del web. È stata accusata di tutto quello che avrebbe potuto causare la morte del suo compagno oltre ad essere stata accusata di aver provato a utilizzare il suo status di sopravvissuta alle molestie per avanzare nella carriera".

"Speriamo che chi sti soffrendo per la scomparsa di Anthony trovi presto una sincera ripresa dal proprio dolore. Asia è una sopravvissuta, proprio come noi, e la fama che ha e quello che mostra all'esterno non la rende meno vulnerabile. Non è una star in prima linea, ma è una donna che prova sentimenti e che sta provando un dolore terribile".

E Asia Argento ringrazia socialmente così: "A tutte le mie sorelle e fratelli e compagni di #silencebreakers che si sono opposti ai cyber-bulli che mi tormentano ormai da settimane: vi amo, sono grata a tutti voi".

Tags

Commenti

Commenta anche tu