Calzature, nuove date per le mostre a Monaco di Moda Made in Italy

Calzature, nuove date per le mostre a Monaco di Moda Made in Italy
13 Luglio Lug 2018 13 luglio 2018

Le due edizioni delle manifestazioni di Assocalzaturifici si terranno a Monaco di Baviera dal 24 al 26 marzo e dal 6 all’8 ottobre 2019. Nel 2017 sul mercato tedesco esportati circa 34 milioni di paia di calzature per oltre 1 miliardo di euro (+2,7% sul 2016)

Nuove date - dal 24 al 26 marzo e dal 6 all’8 ottobre - per le edizioni 2019 di Moda Made in Italy, appuntamento fieristico di riferimento per il mondo della calzatura in Germania, in scena al MOC – Munich Order Center di Monaco di Baviera.

Moda Made in Italy - promosso da Assocalzaturifici - è l’appuntamento di rifinitura degli ordini di fine stagione per gli operatori del settore provenienti in larga parte da Germania, Austria, Svizzera e Nord Europa che da oltre 20 anni mostrano interesse verso l’eccellenza del Made in Italy calzaturiero e che continuano a offrire prospettive per le aziende italiane che guardano a questi mercati. Si svolge infatti tradizionalmente dopo il Micam di Milano e rappresenta un’occasione di business strategica per gli addetti ai lavori proprio grazie alla collocazione delle date nel calendario fieristico.

Nel 2017 sono stati esportati in Germania circa 34 milioni di paia di calzature per oltre 1 miliardo di euro (+2,7% sul 2016) con un prezzo medio di poco inferiore ai 30 euro al paio (in aumento del 3,5% rispetto all’anno precedente). La Germania rappresenta il secondo mercato estero in volume per gli operatori italiani (dietro solo alla Francia) e il terzo in valore, dopo Francia e Svizzera. Nel primo trimestre del 2018 i flussi dall’Italia hanno totalizzato incrementi del 3,2% in quantità rispetto al primo trimestre 2017, con dinamiche più contenute ma ugualmente positive (+1,6%) in valore.

“L’edizione di Moda Made in Italy di ottobre 2019 si colloca in una posizione temporale ancora più strategica all’interno del calendario fieristico tedesco - spiega Giovanna Ceolini, vicepresidente di Assocalzaturifici -. La manifestazione chiude di fatto la stagione e ci è sembrato corretto distanziarla ulteriormente dal Micam e collocarla dopo l’Oktoberfest, evento considerato elemento di disturbo dagli addetti ai lavori”.

“Proprio per evitare ulteriori sovrapposizioni in un momento congiunturale già di per sé complicato – conclude Ceolini - abbiamo deciso di riposizionare la nostra manifestazione in un periodo più utile e in linea con gli impegni a calendario delle imprese e i tempi del retail per agevolare soprattutto i buyer che vengono in Germania con l’intenzione di perfezionare gli ultimi ordini di acquisto per la stagione in corso”.

Tags

Commenti

Commenta anche tu